• Perseguita il proprio medico curante, divieto di avvicinamento per un paziente

    Aveva preso di mira il proprio medico curante, lo perseguitava, presentandosi insistentemente nel suo ambulatorio, pur non necessitando di alcuna visita. A quel punto lo insultava, lo minacciava di morte, lo insultava. Fino ad arrivare al porto ingiustificato, proprio nei pressi dello studio medico, di un coltello a serramanico di 20 centimetri. Per questo un uomo di 69 anni, siracusano, è stato raggiunto dagli agenti della Squadra Mobile, che hanno eseguito ieri una misura cautelare di divieto di avvicinamento emessa dal Gip del Tribunale di Siracusa a suo carico. Non potrà avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dal medico, suo coetaneo e non potrà comunicare in alcun modo con lui. Al medico, i comportamenti dell’assistito, hanno cagionato un perdurante e grave stato d’ansia e timore per la propria incolumità, tanto da modificare le proprie abitudini. Per questo si è reso necessario il provvedimento cautelare. 

    freccia