• Priolo. Basket, "Caro Crocetta, addio alla Trogylos", amara lettera della dirigenza al presidente della Regione

    “La Trogylos Basket Priolo scompare dal panorama sportivo italiano. Rappresentava è rappresenta per il nostro territorio l’espressione più genuina di sport, socialità, aggregazione, storia e cultura. Ma resta solo un enorme disagio e l’amarezza di dover dare un annuncio del genere”. La società sportiva priolese scrive queste parole, cariche di rammarico e già perfino di nostalgia al presidente della Regione, Rosario Crocetta. Una lettera che ha tutto il sapore di un ultimo tentativo di salvare una squadra che ha sempre legato il suo nome al basket di qualità, di alto livello, tra le mille difficoltà che, nel tempo, si sono presentate. Un rapporto stretto con il territorio, 42 anni di attività, 28 dei quali ai massimi vertici della pallacanestro nazionale ed internazionale sembrano non bastare a questo punto. Non ci sono i fondi necessari per portare avanti il percorso della Trogylos. “In questi anni- spiega la società a Crocetta- non è mai venuto meno il sostegno economico della nostra zona industriale, una delle più importanti e invadenti d’Europa. Negli ultimi 3 anni, purtroppo, questo sostegno è andato gradualmente riducendosi fino a scomparire del tutto”. Al governatore si racconta della stagione appena conclusa. “Si è riusciti a mantenere intatte tutte le attività, compreso il prestigioso titolo di A1, vanto per tutta la Sicilia, grazie ad un impegno anche economico personale dei dirigenti”. Nella lettera non si avanza nessuna precisa richiesta. A Crocetta si chiede, però, di prendere a cuore la vicenda. “Inverosimile che tale patrimonio sportivo, umano e sociale fra pochi giorni debba scomparire quando basterebbe un giorno di profitto o perdita di uno di questi colossi industriali per assicurare le risorse necessarie ed evitare un colpo di spugna su una delle pagine sportive più belle della nostra amata isola”.

    728x90
    freccia