• Raccolta dell’organico, Siracusa “spedisce” i rifiuti in Calabria per evitare altri stop

    Per evitare un nuovo stop della raccolta dell’organico a Siracusa, il Comune è corso ai ripari. La legge permette infatti di consegnare in via d’urgenza l’esecuzione del servizio di trasporto e smaltimento della frazione organica, in modo da ovviare a situazioni di pericolo per l’igiene e la salute pubblica.
    E pertanto, in chiusura di una procedura d’urgenza aperta a fine gennaio, il servizio è stato aggiudicato sotto riserva di legge alla G&D Ecologica spa, con sede a Lamezia Terme (CZ). La soluzione del problema ha però un costo: 235mila euro circa, per spese di conferimento rifiuti solidi urbani in altre discariche.
    Di fatto, viene così superato il problema regionale della capienza e della possibilità di conferimento in impianti per il conferimento della frazione organica. Era questo, infatti, a determinare lo stop della raccolta nel capoluogo. Nei prossimi gironi la firma definitiva del contratto. Il servizio non dovrebbe comunque subire altre interruzioni.
    Nel frattempo, dall’Ufficio Igiene Urbana si continua ad incentivare l’utilizzo delle compostiere ed è stato rafforzato ed accelerato il sistema di consegna ai cittadini che ne hanno fatto, o ne faranno, richiesta.

    freccia