• Ridurre le emissioni di anidride carbonica del 20%, ci provano insieme 9 Comuni siracusani

    Nove Comuni siracusani dichiarano guerra alle emissioni di Co2 e si impegnano a ridurle del 20% entro il 2020. Buccheri, Buscemi, Canicattini Bagni, Cassaro, Ferla, Floridia, Palazzolo Acreide, Solarino e Sortino hanno deciso di costituire, un anno e mezzo fa, un’ associazione temporanea di scopo, denominata “Obiettivo Zero – Valle degli Iblei”, per la redazione del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile sovra-comunale. E’ una iniziativa che rientra nel cosiddetto “Piano dei Sindaci”, iniziativa promossa nel 2008 dalla Commissione Europea. Il Comune di Ferla è ente capofila.
    I nove centri del siracusano hanno stilato e inviato a Bruxelles un documento di programmazione energetica nel quale sono delineate le azioni principali che intendono realizzare per raggiungere gli obiettivi assunti. Individuati anche gli strumenti di attuazione e di sostegno finanziario.
    La strategia d’azione si muove seguendo il bilancio energetico e il Paes congiunto, illustrati in due distinti incontri a Canicattini e Ferla. Il bilancio energetico rappresenta la fotografia delle emissioni di Co2 nel territorio al 2011 (baseline di partenza richiesta dalla Regione), mentre il piano contiene oltre le analisi del territorio sovra comunale estese all’anno 2014, le azioni che i 9 comuni intendono attuare entro il 2020 per ridurre le emissioni.
    “La strategia d’azione – afferma Claudia Faraci, assessore del Comune di Floridia e vice presidente dell’Associazione – ha preso le mosse dall’individuazione delle tendenze in atto, con l’obiettivo di ampliarle e rafforzarle e per questo motivo ha ritenuto strategico porre particolare attenzione all’interesse verso l’utilizzo di biomassa, verso la diffusione di impianti solari termici, all’utilizzo di pompe di calore. La strategia è identificata da quattro principali filoni di azione: settore della residenza, settore del terziario pubblico, settore dei trasporti, fonti energetiche rinnovabili”. Tra le azione previste, l’attivaizone dello Sportello Energia itinerante fra i nove Comuni. “E’ un luogo di incontro, confronto e consulenza dedicata al privato e ai tecnici attraverso cui dovranno essere fornite informazioni su tecnologie e sistemi di incentivo, procedure autorizzative e vincoli”, spiega il sindaco di Ferla e presidente dell’Ats, Michelangelo Gansiracusa. “L’insieme delle azioni di piano garantirà una riduzione pari al 21% circa, ossia pari a poco più di 16.000 tonnellate di CO2. Le riduzioni complessive sono state valutate, in linea con le indicazioni tecniche dell’Unione Europea, escludendo il comparto produttivo”.

    6469_bmw_theix3_aRicarica_728x90_ga
    freccia