• Sala scommesse aperta col “trucco”, la chiudono i Carabinieri: multe per i presenti

    Una ricevitoria di scommesse è stata trovata aperta dai Carabinieri a Siracusa. Una violazione delle norme anticovid, sanzionata dalle forze dell’ordine. Il titolare – spiegano gli investigatori – aveva pensato di potere “aggirare” i precetti anti-contagio tenendo apparentemente chiuso il locale, con la serranda abbassata. Ma di fatto, secondo quanto riscontrato dai Carabinieri, avrebbe continuato a ricevere le giocate degli scommettitori attraverso “pizzini” di carta “infilate” grata metallica abbassata.
    Il via-vai non è però passato inosservato ed i Carabinieri sono intervenuti elevando verbali anche a carico degli irriducibili scommettitori. Alle sanzioni si è aggiunta la chiusura provvisoria dell’attività – che avrà efficacia quando termineranno gli attuali obblighi di chiusura – e l’invio di tutti gli atti all’Autorità Prefettizia, che applicherà la sanzione accessoria della sospensione dell’attività fino a 30 giorni.
    Nelle ultime ore, sono state 86 le persone sottoposte a controllo a Siracusa dai Carabinieri e 58 i veicoli. Le multe levate per le violazioni delle norme di contenimento della pandemia ammontano a circa 9.000 euro.
    La violazione più rilevata, che ha dato luogo a verbali per 15 persone e 2 attività commerciali, è stata quella del consumo all’interno di bar o locali di ristorazione o nelle loro prossimità.

    freccia