• Siracusa. Archimede sul rivellino del ponte Umbertino, domenica l'inagurazione

    Sale l’attesa per l’inaugurazione del monumento che Siracusa dedica al suo genio più illustre: Archimede. SiracusaOggi.i vi aveva mostrato in anteprima il volto della statua in bronzo realizzata da Pietro Marchese. A pochi giorni dall’inaugurazione – il 13 marzo – ecco la statua intera poggiata sul basamento realizzato per ospitarla, sul Rivellino del ponte Umbertino.
    L’immagine richiama la tradizionale iconografia su Archimede, così come tramandata dalle fonti storiche. Maestosa nei suoi oltre due metri di altezza, colpisce per l’aspetto ieratico e solenne. E poi l’idea di movimento che regala grazie alle sue sinuose ed equilibrate forme.
    Il progetto vinse il concorso bandito nel 2012 e concluso nel 2013. Oltre a Pietro Marchese, che ha realizzato la statua, c’è la firma dell’architetto Virginia Rossello.
    Siracusano di nascita, Marchese vive e lavora a Finale Ligure. Nel 2008 ha realizzato la statua di Rossana Maiorca, poi calata nelle acque del Plemmirio.
    Realizzato anche un basamento in più tasselli per ricomporre idealmente lo Stomachion, il famoso rompicapo archimedeo. Sono stati progettati scaloni su diverse altezze, che variano da livello pavimento fino a 60 cm, in modo tale che – oltre ad arredare la piazza – possano servire da sedute. Dei loghi intuitivi offrono poi una chiave di lettura dell’opera di Archimede: sono stati scelti per racchiudere le maggiori scoperte di Archimede.
    La statua vera e propria è in bronzo. Archimede è raffigurato in movimento. Accenna un passo verso la conoscenza. Nella mano destra un piccolo prototipo di uno specchio ustore che si accinge ad usare direzionandolo verso il porto e nella mano sinistra un compasso.
    Il monumento sarà inaugurato il 13 marzo, il giorno prima della celebrazione mondiale del giorno dl Pi Greco.

    freccia