• Siracusa. Cittadella dello Sport, il C.C. Ortigia respinge le velate critiche e contrattacca

    Qualcuno ha tirato in ballo i gestori passati ma il C.C. Ortigia non ci sta e alza la voce. “Nelle ultime settimane abbiamo assistito ad episodi di pericolo e di incuria; interventi delle autorità di sicurezza e, da ultimo, della Procura della Repubblica; provvedimenti di limitazione dell’uso di spazi e strutture; esternazioni degli amministratori pubblici. Sino ad oggi, abbiamo mantenuto un profilo di riguardoso silenzio, ritenendo opportuno non contribuire ad alzare i toni della polemica. Le ultime esternazioni dell’Amministrazione comunale, tuttavia, meritano alcuni chiarimenti”. E qui partono i sette punti di critica dell’Ortigia. “Non risponde a verità che il comitato di gestione, che ha condotto l’impianto sino al mese di luglio 2013, ne abbia omesso la manutenzione. Solo nell’ultima stagione, fatture alla mano, sono documentate spese per straordinaria manutenzione pari a circa € 50.000; oltre alla quotidiana e costante manutenzione ordinaria. Il comitato di gestione precedente aveva ottenuto tutte le certificazioni di agibilità e di idoneità degli impianti e delle strutture ed attrezzature sportive. Anche queste, tutte documentabili. La gestione precedente ebbe a segnalare all’amministrazione comunale i problemi di manutenzione della tribuna della vasca scoperta, sollecitando un intervento di manutenzione straordinaria.  Nel prenderne atto, la nuova Giunta comunale ebbe ad inserire nel bando di gara, per l’assegnazione della nuova gestione della Cittadella, proprio l’esecuzione di detti lavori a carico dell’aggiudicatario; lavori da eseguirsi entro e non oltre il 30.9.2013.  Questi lavori non sono stai eseguiti e non è dato sapere se vi siano state verifiche da parte dell’ente proprietario. Il bando di gara prevede, inoltre, l’obbligo per il gestore di eseguire tutte le opere di manutenzione necessarie durante il periodo di gestione. Lo stato attuale in cui versa l’impianto dimostra che niente è stato fatto da agosto ad oggi. Il bando prevedeva l’obbligo per il nuovo gestore di depositare una fideiussione per un milione e cinquecentomila euro, a tutela del patrimonio della Cittadella. Fideiussione che non è stata prestata”. Periodi secchi per dire che non è colpa della gestione curata dal C.C. Ortigia se la Cittadella – e la piscina – vivono questa difficile situazione di degrado. “Sostenere che lo stato dell’impianto dipende dalle gestioni precedenti è non solo inesatto ma persino offensivo nei confronti di chi, per 15 anni, ne ha consentito l’uso incondizionato per le famiglie e le società sportive siracusane, garantendone la costante fruizione e limitandone la chiusura solo ai giorni festivi e per tre settimane del mese di agosto. Il Circolo Canottieri Ortigia è parte lesa sia nei confronti di una gestione a dir poco deficitaria della Cittadella dello Sport, sia di chi, all’interno dell’Amministrazione Comunale, non ha vigilato adeguatamente”.

    728x90
    freccia