• Siracusa. Ultima rata Tari in forte ritardo, nessuna mora: ecco che sta succedendo

    Ci vorranno ancora diverse settimane prima che venga inviata a casa dei contribuenti siracusani l’ultima rata della Tari 2020. Si tratta del cosiddetto saldo, in scadenza in questi giorni. Ma dal Comune di Siracusa non sono ancora partite le comunicazioni relative, i famosi avvisi con il bollettino di pagamento inviati a domicilio.
    A cosa è dovuto il ritardo? Il saldo è in fase di ricalcolo, in particolare per le attività commerciali per le quali di recente il Comune ha introdotto detrazioni sul suolo pubblico come sostegno al periodo di quasi lockdown vissuto. Si debbono, pertanto, rifare i conti. Dovrebbe essere un lavoro automatico ma a quanto pare il sistema informatico fa dei capricci e richiede controlli ed interventi manuali per evitare che possano partire delle cartelle pazze.
    Le verifiche, condotte dal personale dell’ufficio Tributi, sono scrupolose. Una cosa deve essere chiara: essendo il ritardo imputabile allo stesso Comune di Siracusa, nessuno dei contribuenti si vedrà recapitare una bolletta con interessi o mora.
    Una curiosità: i dipendenti comunali diretti in servizio all’ufficio Tributi sono in smart working. In ufficio, materialmente, ci sono solo i 35 lavoratori Ideal Service. Tecnicamente sarebbero a supporto dell’amministrazione comunale. Di fatto, in questi mesi, tengono in piedi l’attività dell’importante settore delle entrate.

    freccia