• Siracusa. Guida sotto l’effetto di droghe: positivi 20 su 24. Cafiso: “Dati sconfortanti, molti sono padri con i figli in auto”

    Dati decisamente significativi quelli emersi dal servizio svolto ieri sera e ieri notte dalla Polstrada insieme al personale dell’Asp lungo le autostrade. Con il camper sanitario , l’attività ha previsto, come di consueto, controlli sulla guida in stato di alterazione per uso di stupefacenti. Su 24 invitati a sottoporsi al test, 20 sono risultati positivi. Lo psicoterapeuta Roberto Cafiso ricorda come “fumare, insieme all’uso di cocaina, sia ormai un trend diffuse. Incontriamo persone che banalizzano l’uso di Thc, salvo poi inscenare, una volta riscontrati, spettacoli fraudolenti di manipolazione e pianti greci, nel rispetto della nostra tradizione”. Usa l’ironia Cafiso in un post su Facebook in cui , oltre a rendere nota l’attività condotta, ricorda che “l’articolo 187 del Codice della Strada sanziona l’alterazione con il ritiro della patente per un anno e l’articolo 128 autorizza la revisione del permesso di guida anche in caso di positività confermata dal test di secondo livello. Noi- racconta- discutiamo con i fermati. Spieghiamo loro cosa sono le droga e che non esistono quelle leggere e quelle pesanti. Sono solo droghe”. Cafiso non nasconde, tuttavia, il proprio dispiacere perchè “spesso è come scalfire il marmo con uno scalpellino da artigiano. Qualcuno ha i figli in auto, altri a casa- fa notare- Lo scenario futuro di questa collettività non mi conforta. Molti nuovi padri sono bambini che non crescono mai”.

    freccia