• Siracusa.Immigrazione, in prefettura il presidente Oim e la portavoce dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati

    Coinciderà con l’arrivo ad Augusta di oltre 800 migranti, soccorsi a sud di Lampedusa, la visita del presidente del Consiglio dell’Organizzazione internazionale per le Migrazioni a Siracusa. L’ambasciatore, Luis Enrique Chavez Basagoitia incontrerà, domani mattina, alle 11, il prefetto, Armando Gradone per affrontare il delicato tema dei flussi migratori nel Mediterraneo e del sistema di accoglienza in provincia di Siracusa. L’incontro sarà l’occasione per analizzare il lavoro degli operatori Oim nell’ambito del progetto Praesidium, che mira al rafforzamento delle capacità di accoglienza e dei servizi per quanti approdano sulle cose di Lampedusa e di altre località del Sud Italia. Un modello “multi agenzia” quello portato avanti dal 2006 e che, più di recente, si è concentrato anche sulle coste siciliane, punto chiave di ingresso in Italia per i potenziali richiedenti asilo politico. Il progetto vede insieme l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite, l’Oim, la Croce Rossa, Save the Children, con il finanziamento del Ministero dell’Interno e dell’Unione europea. Mercoledì mattina, invece, il prefetto Gradone riceverà, alle 10, sempre nella sede dell’ufficio territoriale di Governo di piazza Archimede, la Portavoce dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, Carlotta Sami, per approfondire le modalità di intervento degli operatori di Praesidium nei luoghi di sbarco e nelle strutture di accoglienza dei migranti.

    freccia