• Siracusa. Impianti sportivi ai privati, Evoluzione Civica: "Ecco perché l'avviso va ritirato"

    “Le utenze degli impianti sportivi pubblici, anche quando affidati ai privati, vengono pagati dal Comune, dunque dai cittadini”. Scelta incomprensibile per “Evoluzione civica”, guidata da Gaetano Penna, critico nei confronti dei “pubblici amministratori, che devono essere onesti- dice- Ma non basta, quando si tratta di sport, si richiede qualcosa di più, bisogna essere leali”. Il problema, per il rappresentante di “Evoluzione civica”, non riguarda solo l’aspetto legato alle utenze. “La manutenzione delle aree verdi, trattandosi di verde pubblico, viene effettuata dall’Igm- prosegue Penna- cioè, ancora una volta, è a carico di tutti i cittadini. E così anche le manutenzioni straordianarie”. Tutto legale, ovviamente ma, secondo il segretario politico del movimento, “non leale nei confronti delle associazioni sportive private che si sono fatte carico della costruzione e gestione di impianti sportivi propri, dei quali pagano ovviamente ogni costo di gestione, incluse le tasse comunali”. Considerazioni che precedono la scadenza dell’avviso pubblico del Comune per l’affidamento gratuito a privati di impianti sportivi pubblici. “Ricordiamo al Comune- conclude Penna- che lo sport è e deve essere per tutti e solo una gestione pubblica può garantire uguaglianza di trattamento tra le associazioni sportivi”. Da qui l’invito a ritirare, “anche in autotutela”, l’avviso. Il Comune ipotizza l’affidamento per cinque anni ai privati, “proporzionalmente al valore dell’intervento”. Il passaggio è previsto dalla legge 9 dello scorso gennaio, che consente ai comuni, a determinate condizioni, di affidare la gestione gratuita di un impianto sportivo, purchè i soggetti individuati si prendano cura della riqualificazione e dell’ammodernamento delle strutture.

    freccia