• Siracusa.”La Cultura del Mare”, via al concorso per le scuole promosso dagli Ingegneri

    Presentato agli studenti delle scuole di primo e di secondo grado della provincia di Siracusa nell’aula magna dell’ I.I.S.S. “Antonello Gagini” di Siracusa la quarta edizione del concorso per le scuole “La cultura del mare” .Si tratta di una iniziativa promossa dall’ Ordine degli Ingegneri di Siracusa, dalla Capitaneria di Porto di Siracusa, dal Comune di Siracusa, dall’Autorità di sistema portuale del mare di Sicilia orientale, dall’I.I.S.S. “Antonello Gagini ” di Siracusa, dalla Lukoil oil company, dal Consorzio area marina protetta del Plemmirio.Alla presentazione hanno preso parte gli studenti e i docenti referenti del 1° Istituto Com-prensivo di Melilli “Giulio Emanuele Rizzo”, 7° Istituto Comprensivo di Siracusa “G.A. Costanzo”, 16° Istituto Comprensivo di Siracusa “G.Verga”, II Istituto Comprensivo “G. Falcone – P. Borsellino” di Cassibile , il Liceo Artistico “A. Gagini”, I.I.S.S. “A. Rizza” di Siracusa.Lo scopo del concorso è stimolare negli studenti il rispetto per il mare e proprio in questa ottica i ragazzi sono stati invitati ad elaborare un progetto multidisciplinare puntato da un alto sul principio della legalità e dell’osservanza delle regole e dall’altro sulla valorizzazione del mare come bene comune da tutelare.In merito agli elaborati da presentare, gli studenti potranno scegliere: tesina, tema, componimento (prosa o poesia, saggio breve, saggio di narrativa), elaborato grafico (disegno, plastico, mosaico, scultura), elaborato mutimediale (presentazione power point, book fotografico o diapositive, cortometraggio) o elaborato con approccio storico.Gli elaborati dovranno essere consegnati entro la data di scadenza fissata per il 10 maggio mentre la premiazione si terrà il 30 maggio nella sala Ferruzza-Romano dell’Area marina protetta del Plemmirio -comprensorio Castello Maniace a Siracusa.Ha aperto i lavori la dirigente scolastica Giovanna Strano che ha spiegato le modalità del concorso mentre l’ingegnere Barbara Tinè, vice presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Siracusa e referente della Commissione Marittima, ha illustrato lo scopo, gli obiettivi e le finalità dell’iniziativa.Il comandante della Capitaneria di Porto di Siracusa CV (CP) Luigi D’ Aniello ha illustrato ai ragazzi che il mancato rispetto del mare può mettere a rischio la nostra stessa sopravvivenza. Antonio Caruso, dell’Ufficio relazioni esterne della Lukoil oil company ha svelato gli investimenti del colosso petrolifero finalizzati alla tutela dell’ambiente e del mare.L’ingegnere Sebastiano Floridia, presidente dell’Ordine degli ingegneri di Siracusa, ha portato i suoi saluti e ha ricordato che nella passata edizione fu difficile per la Commissione esaminatrice stilare una graduatoria degli elaborati perché erano tutti eccellenti.E’ intervenuto anche il coordinatore della Commissione marittima dell’Ordine degli Ingegneri di Siracusa, ingegnere Antonio Cosentino il quale ha ribadito come la società ha il dovere di influire sui comportamenti dei cittadini, in primis sui giovani, specie nel rispetto dell’ambiente.

    6469_bmw_theix3_aRicarica_728x90_ga
    freccia