• Siracusa. Morte una donna e la bambina che portava in grembo, aperta un'inchiesta

    Non c’è stato nulla da fare. Né per lei né per la bambina che portava in grembo. E’ morta lunedì sera un’infermiera trentacinquenne all’ottavo mese di gravidanza, Eligia Ardita. La donna si è sentita male mentre si trovava a casa con il marito, il quale ha subito chiamato il 118.
    Ma nonostante la disperata corsa, sarebbe giunta già cadavere al Pronto Soccorso dell’Ospedale Umberto I. Reparto, questo, in cui lavorava fino a quando non si era messa in aspettativa per gravidanza a rischio. Quando al Pronto soccorso i medici si sono resi conto che per l’infermiera non c’era più nulla da fare, si sono immediatamente adoperati per provare a salvare almeno la vita della bambina che portava in grembo. E’ infatti stato disposto un cesareo d’urgenza, un delicato quanto complesso intervento che purtroppo a nulla è servito. Il feto era rimasto troppo tempo senza ossigeno. Sul caso la magistratura ha aperto un’inchiesta.

    freccia