• Siracusa. Niente Albero di Renzo, problemi di consegna per l’abete di via Cannizzo

    Non ci sarà l’annunciato albero di Natale in via Cannizzo, a Siracusa. Al suo posto, è stata realizzata una elegante aiuola permanente. Un piano “b” attuato in tutta fretta per colmare l’assenza dell’abete naturale che lo scorso anno, per la prima volta, aveva portato un segno del Natale in un’altra delle periferie della città. Era stato accolto come un segno di “comunità”, divenendo per tutti l’albero di Renzo ovvero Renzo Formosa, il ragazzino che perse la vita in seguito ad un tragico incidente stradale proprio in via Cannizzo. Più in generale, era l’albero della città dolente, in ricordo delle vittime innocenti della strada. Ed anche questo 2019 ha presentato un conto salatissimo. Spontaneamente, lo scorso anno quell’abete era stato adornato da centinaia di pensieri, lettere, peluche ed altri oggetti in memoria di Renzo e degli altri angeli volati troppo presto in cielo.
    Nonostante la chiara volontà dell’amministrazione comunale, problemi di consegna con l’abete naturale hanno fatto “saltare” l’attesa realizzazione.
    A dare l’annuncio sui social è stata Lucia Formosa, la mamma del piccolo Renzo. “Nessuna albero in via Cannizzo. Purtroppo così mi è stato comunicato”, recita il suo post. Decine e decine i commenti, parole in cui vince il rammarico per il gesto mancato. “Avremmo anche aspettato e compreso il ritardo, ma addirittura non metterlo mi sembra fuori luogo”, scriva Ivana. Lucia lancia una proposta: “sarebbe carino che ognuno di noi andasse a comprare una pallina di Natale nuova e l’appendesse al proprio albero in memoria del piccolo Renzo, possibilmente verde ,come la speranza di poter gridare al più presto giustizia . Io lo farò”. C’è chi invece si domanda se privati cittadini possano comunque mettere un albero di Natale in quella rotatoria e chi, ancora, sottolinea come sia certo importante il pensiero ma magari uno spartitraffico sarebbe più apprezzato di un abete.

    728x90_Alfa_Giulietta
    freccia