• Siracusa. Verso Radioterapia: ecco l'anteprima del progetto del nuovo padiglione

    “Ci sentiamo in diritto e in dovere di sorvegliare che l’esecuzione dei lavori sia  puntuale per avere davvero radioterapia a Siracusa. Chiediamo un  cronoprogramma, una data certa per la consegna dei lavori e un controllo periodico”. Dopo aver acquistato attrezzature sanitarie complementari per un valore di 500 mila euro, il Fondo Sociale ex Eternit annuncia di voler vigilare in coscienza affinchè il progetto di radioterapia a Siracusa non si areni in pastoie burocratiche. Il messaggio, chiaro, è arrivato da Ezechia Paolo Reale, componente del direttivo, durante la cerimonia di consegna della donazione (leggi qui).
    Ad oggi, tutto lascia pensare che potrà essere rispettato l’impegno assunto dall’azienda sanitaria provinciale di Siracusa, con il commissario straordinario Mario Zappia che assicura massimo impegno perchè entro dicembre di quest’anno si possa inaugurare il nuovo servizio. La gara è stata aggiudicata lo scorso mese di dicembre. E il progetto per la costruzione del nuovo reparto è pronto. A realizzarlo, l’ingegnere Enzo Buccheri. La casa di radioterapia verrà costruita ex novo in un’area precedentemente destinata ad agrumeto, all’interno del presidio Rizza. Si tratta di una struttura  di 800 metri quadrati che, oltre al bunker destinato ad ospitare l’acceleratore lineare,  prevede la realizzazione di tre macro aree: una destinata al pubblico, una Al personale medico e una terza riservata ai pazienti prima del trattamento. Il padiglione viene costruito in un’area  vincolata dalla soprintendenza. I pareri sono stati tutti richiesti e già ottenuti, in particolare quelli necessari per l’utilizzo dei materiali. Nelle slide qui sotto alcune immagini del progetto e ricostruzioni grafiche in 3d degli ambienti.

    728x90_alfa
    freccia