• Siracusa. Radioterapia, struttura quasi pronta. "Non diventi una incompiuta"

    Radioterapia in dirittura di arrivo. Il nuovo padiglione è quasi completato: mancano oramai solamente gli infissi e pochi ritocchi. Poi la struttura potrebbe subito ospitare tutti i macchinari con i quali Siracusa sarà dotata finalmente del servizio di radioterapia.
    Nei giorni scorsi il Fondo Sociale ex Eternit – dopo la donazione di 500 mila euro del 2014 – ha effettuato un sopralluogo nella struttura nei pressi dell’ospedale Rizza.
    “Che il servizio di radioterapia divenga subito una realtà oppure resti l’ennesima incompiuta da vandalizzare dipende oggi esclusivamente dalla capacità della dirigenza dell’Asp di assegnare la giusta priorità all’opera che sta per esserle consegnata”, dice senza mezzi termini Ezechia Paolo Reale, rappresentante del Fondo Sociale ex Eternit.
    “All’azienda sanitaria chiedo di iniziare già da oggi a predisporre tutti gli atti amministrativi necessari per l’immediata presa in carico dell’opera”, dice ancora Reale. “Non appena realizzata chiedo che venga da subito individuato il soggetto che dovrà procedere al collaudo dell’opera e degli impianti e che gli venga assegnato un termine ridotto per portare a compimento la verifica”. La paura del Fondo Sociale Ex Eternit è che impianti modernissimi e di particolare valore possano essere esposti ai furti ed al vandalismo.
    Reale spinge anche per un pagamento in tempi “umani” alla ditta vincitrice della gara d’appalto qualora dovesse consegnare l’opera nei tempi pattuiti, o addirittura in anticipo.
    “Sono certo che la Direzione Generale dell’Asp di Siracusa sarà all’altezza e possa così fregiarsi di un risultato storico: l’apertura del reparto di radioterapia”.

    728x90_jeep_4xe
    freccia