• Siracusa. Rifiuti, il mese decisivo: il 9 Camera di Consiglio, il 28 stop alle proroghe

    Febbraio è l’ultimo mese di proroga ad Igm per il servizio di igiene urbana a Siracusa. Dal primo marzo cambia tutto, quanto meno nella gestione della raccolta e del conferimento, con la partenza della differenziata spinta e la graduale scomparsa dei cassonetti dalle strade.
    A poco più di tre settimane dalla scadenza rimane, però, complicato capire chi esattamente gestirà il servizio: sarà la Ambiente 2.0 (aggiudicataria) o la ricorrente Igm?
    Il Comune di Siracusa ha la sua idea: “affidamento all’aggiudicataria”, non si stanca di ripetere l’assessore Pierpaolo Coppa. Però tra una settimana esatta il Tar di Catania potrebbe scompigliare piani e previsioni. Per quella data è infatti fissata la camera di consiglio per la sospensiva richiesta da Igm. L’attuale gestore in proroga ha, infatti, presentato ricorso per bloccare l’affidamento mentre con un secondo ha chiesto anche un risarcimento per le proroghe senza adeguamento di canone.
    Se i giudici amministrativi dovessero accogliere la richiesta, il Comune avrebbe una nuova gatta da pelare in questa infinita vicenda della gara d’appalto per il servizio di igiene urbana. Ma Coppa si mostra più che sereno. Qualunque cosa succeda, non cambia il piano: “dal primo marzo si cambia comunque”.

    728x90_jeep_4xe
    freccia