• Siracusa. Rubinetti a secco, colpa dei lavori notturni. "Nel pomeriggio situazione normalizzata"

    Un risveglio con i rubinetti a secco per diverse zone di Siracusa. Viale Santa Panagia, via Costanza, Bosco Minniti, viale Epipoli, villaggio Miano. Passano i minuti e si moltiplicano le segnalazioni. Niente acqua anche in alcune scuole con conseguente possibilità di uscita anticipata degli alunni, specie negli istituti comprensivi, e la necessità per i genitori di riorganizzare la giornata con richiesta di permessi da lavoro.
    La colpa del disagio è, ancora una volta, del famigerato tubo 600, la condotta premente che corre sotto via Ascari fino alla rotonda con la Statale 124. Nella notte nuovo intervento di riparazione da parte delle squadre tecniche comunali. Si pensava fosse una perdita poco importante, si è poi scoperto – a lavori incorso – come il lavoro fosse più delicato del previsto. Non una semplice perdita da saldare ma un intervento più complesso per “rattoppare” un tubo che ormai non ce la fa più. E che non a caso verrà a breve sostituito.Il Comune ha già acquistato i circa 700 metri di tubatura che servono per sostituire l’attuale colabrodo. A fine mese verranno aperte le buste con le offerte per i lavori di sostituzione.
    Di fatto, le difficoltà maggiori rispetto al previsto incontrate nella riparazione hanno fatto si che si svuotassero i serbatoi di “riserva”, motivo per cui i rubinetti questa mattina si sono presentati a secco. Entro il primo pomeriggio, assicurano fonti tecniche, l’erogazione idrica tornerà alla normalità.
    Imbufaliti i siracusani che si sono ritrovati anche questa mattina con il replay di un problema non inedito nelle ultime settimane. Il 28 gennaio se ne parlerà anche in Consiglio Comunale, con la relazione del sindaco che risponderà alle domande ed alle sollecitazioni presentate nelle settimane scorse da vari consiglieri, in particolare di opposizione.
    (foto: archivio)

    728x90_Alfa
    freccia