• Siracusa. Turismo, il boom non c’è nei dati della Regione. Granata: “inattendibili”

    Il boom turistico di Siracusa? Per l’Osservatorio Turistico della Regione (dipartimento Turismo, Sport e Spettacolo) non solo non esiste ma i numeri sono in calo. Mentre negli ultimi anni si sono moltiplicati entusiasmanti annunci di tutto esaurito e crescita esponenziale del settore, i freddi numeri riportano un’altra realtà. L’analisi dei flussi turistici che mette a confronto il 2017 con il 2018 segna per la provincia di Siracusa un 7,2% in meno di arrivi e un -4,7% di presenze. Vale a dire che da un anno all’altro si sono registrati 32.321 arrivi in meno e 65.795 presenze in meno. E’ il dato peggiore di tutta la Regione dove solo Caltanissetta ed Agrigento presentano il doppio segno meno, anche se contenuto. La provincia di Trapani, per citarne una, continua a registrare un milione di presenze l’anno in più rispetto a Siracusa che vede avvicinarsi sempre più Ragusa, pronta numericamente al sorpasso: attualmente Siracusa è la quinta provincia in Sicilia per presenze turistiche. Messina guida la lista (con Taormina regina assoluta), poi Palermo, Trapani e Catania. I dati sono stati elaborati dall’Osservatorio Turistico della Regione su numeri Istat.
    Restano fuori dall’analisi, perchè non dichiarate, le presenze in strutture extralberghiere abusive. Ma il problema è comune anche alle altre province siciliane, seppur in maniera variabile ma sempre sensibile.
    Clicca qui per il report regionale completo.
    “Per lunghi anni, anche da assessore regionale ai beni culturali e al turismo, ho contestato i dati dell’Osservatorio turistico regionale. I dati comunicati in questi giorni sulle presenze turistiche in Sicilia mi sembrano confermare quella inattendibilità e sostanziale mancanza di criteri scientifici e oggettivi”. A dirlo è l’assessore alla cultura del Comune di Siracusa, Fabio Granata.
    “Tutti gli altri indicatori locali, regionali e nazionali danno Siracusa in crescita forte e progressiva dal 2000 ad oggi. Solo l’Osservatorio distribuisce dati diversi. Nei prossimi giorni approfondiremo la tecnica utilizzata e sono certo che avrò conferma piena della mia antica e sempre valida consapevolezza su uno strumento inattendibile e privo di indicatori aggiornati. Sarebbe interessante capire come vengono raccolti ad esempio i dati sulla ricettività extra alberghiera. Approfondiremo”.

    image_pdfimage_print
  • freccia