• Siracusa. Verifiche post elezioni: slitta la proclamazione dei consiglieri, presidenti di seggio convocati a San Metodio

    La commissione elettorale centrale ha tempo fino a venerdì per portare avanti il controllo e la verifica dei voti di lista sulla scorta dei dati delle 123 sezioni del capoluogo. Dopo ci si fermerà per il ballottaggio, quindi da lunedì – alla ripresa – si partirà dalla verifica dei voti per la proclamazione del sindaco. Solo dopo riprenderanno i controlli sui voti di lista ed a seguire quelli sulle preferenze. Bisognerà attendere ancora diverse settimane prima della proclamazione dei consiglieri comunali.
    Attualmente, la commissione elettorale centrale è arrivata alla sezione 27 (per i voti di lista), dopo un lavoro certosino svolto anche in collaborazione con l’ufficio elettorale comunale di via San Metodio grazie al quale sono stati chiariti gli interrogativi attorno alle cifre sorti dopo un primo esame delle documentazioni inviate dai seggi.
    Oggi pomeriggio, intanto, 15 presidenti di sezioni elettorali sono stati convocati proprio all’ufficio elettorale di via San Metodio. Si tratta di un incontro propedeutico alle nuove operazioni di scrutinio per il ballottaggio di domenica prossima. Altre informazioni e spiegazioni saranno fornite dal dirigente onde evitare il ripetersi di complicazioni. A difesa dei presidenti di seggio è corretto sottolineare una volta di più come l’aver voluto dare luogo allo spoglio nella notte, dopo 18 ore di lavoro, non è risultata scelta di buon senso. La stanchezza ha inevitabilmente finito per agevolare confusione.
    Ed anche di questo si discuterà domani a Palermo. In assessorato regionale agli Enti Locali sono stati convocati i dirigenti degli uffici elettorali comunali ed i segretari generali dei municipi che hanno affrontato quest’ultima tornata di votazioni. A riprova del fatto che Siracusa non è un caso isolato: la problematica ha respiro regionale.

    728x90_jeepr_4xe
    freccia