• Siracusa. Via Mozia e le altre: strade da riasfaltare, Mangiafico lancia il sistema “Pms”

    Come già anticipato nei giorni scorsi, subito dopo le feste avranno inizio i lavori per asfaltare via Mozia. Un impegno da 140mila euro per le casse del Comune per dotare di un tappetino in asfalto e collettore di smaltimento delle acque bianche la traversa della Pizzuta. Ma già si delineano le prossime urgenze: via Monte Cervino e contrada Palazzo a Cassibile.
    Michele Mangiafico segnala come “via Monte Cervino, benché presente nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche, non gode di un progetto redatto dagli uffici che possa permettere di lavorare ad uno stanziamento”. Qui peraltro servirebbe una somma ben superiore ai 140mila euro. Quanto a contrada Palazzo, “è una delle arterie con maggiore criticità a Cassibile. Ma non dimenticherei via Servi Di Maria che, ad esempio, risulta sprovvista di marciapiedi”. Mangiafico invita il sindaco a porre le basi per intervenire in fase di programmazione 2020 anche su queste arterie.
    Per il futuro, riprende l’idea dei cosiddetti pavement management systems. E’ un sistema programmato di intervento sulle strade che permette di entrare in azione all’inizio della fase di degrado, consentendo notevoli risparmi. “Un Pms è costituito da un insieme di procedure e strumenti per assistere chi deve prendere decisioni nell’individuare le strategie più opportune per mantenere pavimentazioni idonee. Rispondendo ai tre quesiti fondamentali della programmazione, ovvero dove, come e quando intervenire su una pavimentazione stradale, il sistema consente di attuare un approccio orientato alla programmazione”, spiega in sintesi Michele Mangiafico.

    freccia