• Siracusa. Voucher per aspiranti imprenditori e una tantum di mille euro per le “start up”

    Agevolazioni per le nuove imprese e per le aziende che hanno subito danni “da atti criminosi”. Le prevede un progetto della Camera di Commercio,d’intesa con i Confidi e riguarda le ditte che attivano finanziamenti bancari. La misura non è nuova ma lo scorso febbraio l’ente camerale ha riaperto i termini per la presentazione delle richieste. Dal prossimo giugno, inoltre, è previsto un ulteriore passaggio. Ci saranno dei voucher riservati ad aspiranti imprenditori, per l’accesso a servizi di consulenza specialistica , orientamento, formazione, assistenza tecnica e accompagnamento all’imprenditorialità e ci sarà anche un premio, una tantum, di mille euro per le start up, nel momento in cui “partono”. Il progetto “Microcredito e Start Up” (200 mila euro di dotazione ) è stato presentato questa mattina, insieme ai dati relativi al 2013. Lo scorso anno, secondo quanto spiegato dai rappresentanti della Camera di Commercio e del Coordinamento dei Consorzi Fidi, con le misure predisposte, sono state avviate 28 nuove imprese, quasi tutte giovanili e molte femminili, che hanno creato 50 nuovi posti di lavoro. Aziende che non avrebbero, altrimenti, potuto accedere al circuito del finanziamento bancario. Il Fondo di Rotazione e il Fondo di Garanzia per il Microcredito sarebbero stati, quindi, una mossa vincente, con 750 mila euro erogati.
    Dati che fanno da contraltare a quelli che, sempre in mattinata, hanno diffuso i rappresentanti dei comitati provinciale e regionale Inps, secondo cui vivono in provincia 33 mila disoccupati iscritti nelle liste Inps, ai quali, verosimilmente, ne va aggiunto “un numero imprecisato di persone che- ha spiegato Enrico Tamburella, presidente del comitato provinciale dell’ente di previdenza- sono sfiduciate e rinunciano perfino ad iscriversi negli elenchi di chi cerca occupazione”.

    728x90
    freccia