• Siracusa. Tari, salta il Consiglio Comunale per mancanza del numero legale

    Salta, per mancanza del numero legale, la seduta del Consiglio comunale, aggiornato ieri sera alle 10 di stamani per completare l’esame degli emendamenti presentati e votare il Regolamento della Tari, la tassa sui rifiuti. Se ne riparlerà in una prossima assise che sarà appositamente convocata.
    La seduta di ieri era cominciata con l’intervento dell’assessore al Bilancio, Santi Pane che ha esposto il significato del nuovo Regolamento: “Di fatto- ha detto- recepisce tutte le agevolazioni Tares per come emendate dal Consiglio comunale. I previsti 14 punti di agevolazione saranno anche cumulativi fino al 70% , e questo per venire incontro alle fasce sociali più deboli e quindi con minore capacità contributiva. Elevata inoltre, dal 3 al 5 % la quota di sconto per i residenti a Cassibile che praticano la raccolta differenziata porta a porta”.
    “Il nostro obettivo- ha aggiunto il Sindaco- rimane comunque l’abbattimento del costo del servizio di raccolta dei rifiuti per circa 3 milioni, mantenendo però lo stesso standard di servizi”.
    E’ poi cominciato il dibattito d’aula, con il consigliere Assenza che ha chiesto il rinvio, definendo illegittimo lo strumento presentato dalla Giunta in quanto in contrasto con la Finanziaria 2013 nella parte in cui non prevede l’articolazione della riduzione del tributo per la raccolta differenziata nelle utenze domestiche. E’ toccato al direttore generale Migliore ed al presidente del Collegio dei Revisori dei conti spiegarne le regolarità sotto tutti i profili.
    Si è poi passati all’esame degli emendamenti. Dei 32 presentati dal consigliere Vinci ne sono stati approvati 12, riguardanti miglioramenti nell’individuazione dei soggetti passivi sotto l’aspetto della solidarietà, nel metodo di pagamento e riscossione, nelle agevolazioni e nelle riduzioni del tributo per le aree non servite; dei 29 presentati dal consigliere Castagnino ne sono stati accolti 5, tra i quali quelli che prevedono l’inserimento della macelleria e della pescheria tra le attività economiche per le quali si prevede una percentuale di abbattimento del 30%; quello illustrato dal consigliere Acquaviva a nome di diversi rappresentanti di maggioranza ed opposizione per una riduzione del 10% del tributo per le abitazioni di residenza fuori dal perimetro urbano di Siracusa, Cassibile e Belvedere, in cui non è previsto il servizio di spazzamento;
    approvati 2 dei quattro emedamenti a firma dei consiglieri Milazzo, Rodante e Sorbello sulla realizzazione di un sistema di misurazione della quantità dei rifiuti conferiti e sulle modalità di svolgimento del servizio; 1 dei 2 presentati dal gruppo consiliare del Megafono sulla riduzione della tariffa per le imprese giovanili; quello presentato dai consiglieri Milazzo e Salvo che prevede una riduzione per le onlus che effettuano la distribuzione gratuita di prodotti alimentari agli indigenti.
    Durante le votazioni sugli emendamenti presentati del consigliere Sorbello è stato chiesto ed approvato l’aggiornamento alle 10 di mercoledì 28.
    Stamani, mancando il numero legale, il Consiglio è stato sciolto.

    728x90
    freccia