• Tennis tavolo: Città di Siracusa davanti al giro di boa

    Città di Siracusa sempre davanti a tutti e sempre più spedita verso la Serie A2 di tennis tavolo maschile. Ma, come dirà il suo presidente Salvo Aliotta, «la strada è ancora lunga e il cammino irto di insidie, per cui non si può abbassare la guardia».
    Al giro di boa, intanto, il sodalizio aretuseo ha chiuso davanti a tutti, 14 punti, nella Serie B1 maschile, frutto di 7 vittorie in altrettanti incontri, compreso quello contro la Top Spin Messina, distante due lunghezze, al momento vera antagonista del Città di Siracusa e primo avversario al ritorno sui tavoli quando scatterà il girone di ritorno il 9 febbraio prossimo (all’andata successo per 5-4 in quella che sinora è stata la gara più equilibrata disputata da entrambe). Nell’ultimo turno, infatti, successo per 5-1 contro la Vigaro B del presidente Peppe Gamuzza. «Sconfitta meritata – ha detto Gamuzza – anche se non mi aspettavo il ko del nostro straniero Petrescu contro Lo Presti per 3-2. Gli ho fatto i complimenti per non aver mai mollato un punto. L’unico punto lo abbiamo realizzato sempre con Petrescu che ha sconfitto Puglisi per 3-0 mentre i nostri Mollica e Romano non sono mai riusciti ad entrate in partita perdendo i loro incontri per 3-0».
    E’ stato un ultimo turno amaro per Gamuzza visto che anche la Vigaro A non ha fatto punti, perdendo in casa della Pongistica Messina seppur per 5-4 con due punti di Moncada su Arcigli e Pillera e il ko con Sabatino; Petrolito ha battuto Arcigli e Pillera ma ha perso con Sabatino, Amenta purtroppo ha perso con tutti e tre. Questa sconfitta non era nelle previsioni». Alla ripresa del torneo Vigaro A a Castrovillari, Vigaro B a Cagliari.
    M. B.

    freccia