• Siracusa. Via Crucis dei lavoratori e dei disoccupati, appuntamento alla parrocchia della Sacra Famiglia

    E’ ormai un appuntamento consolidato nel periodo che precede immediatamente la Pasqua. Torna la Via Crucis dei disoccupati e dei lavoratori. Un’iniziativa a cui l’Arcidiocesi tiene particolarmente e che rappresenta anche l’occasione per avviare una riflessione, non solo strettamente religiosa, sulla condizione di chi, nella vita quotidiana, si scontra con situazioni difficili, che mettono a dura prova migliaia di famiglie, alle prese con la perdita del posto di uno o più componenti o con la difficoltà di trovare un’occupazione, che accomuna un alto numero di giovani. La Via Crucis dei lavoratori e dei disoccupati partirà dalla parrocchia della Sacra Famiglia, in viale dei Comuni alle 19. Percorrerà le vie del quartiere per arrivare nella parrocchia Maria Madre della Chiesa di Bosco Minniti.
    L’iniziativa dell’Ufficio di Pastorale sociale del lavoro e la collaborazione dell’Ufficio
    di pastorale giovanile e del progetto Policoro è dedicata al lavoro che non c’è.
    “In realtà – spiega don Claudio Magro, parroco della chiesa Sacra Famiglia – parliamo
    di economia senza etica, di globalizzazione, di licenziati, di esodati. Anche quest’anno
    abbiamo voluto coinvolgere i sindacati, le associazioni, movimenti ecclesiali e le
    parrocchie per vivere questa manifestazione di fede”.
    Le meditazioni saranno sul tema del lavoro. La Via crucis partirà da viale dei Comuni
    e attraverserà le vie Caltagirone, Ramacca, Santa Panagia, Santi Amato, Immordini,
    Cannizzo, Italia, Bonincontro, Madre Teresa di Calcutta, Specchi.

    728x90_Alfa_Stelvio
    freccia