• Vaccini, un altro giorno difficile per l’hub provinciale: garantite solo dosi Moderna o AZ

    Altra giornata difficile per l’hub vaccinale di Siracusa. La principale struttura della provincia, voluta dal Dipartimento Regionale di Protezione Civile ed inaugurata da Musumeci, soffre per l’assenza di forniture di nuove dosi. Mancano all’appello, in particolare, le nuove fiale di Pfizer. E l’attività di quello che dovrebbe essere il primo centro per le vaccinazioni nel siracusano è in sofferenza. Anche per via della concorrenza di alcuni punti in provincia che, invero, paiono non avere lo stesso problema di fornitura.
    Da 1.300 inoculazioni giornaliere durante la scorsa settimana, l’hub di via Malta è sceso ieri ad appena 495. Ed oggi ancora problemi, almeno fino a quando (mercoledì pomeriggio) non arriveranno le nuove dosi. Un cartello all’ingresso dell’hub spiega che oggi “è consentito l’accesso esclusivamente agli utenti prenotati per le prime dosi con Moderna e AstraZeneca. Le secondi dosi Pfizer saranno riprogrammate nei prossimi giorni (nel periodo 27-31 maggio con sms”. La comunicazione si chiude poi con le scuse per il disagio “siamo in attesa di ricevere nuove forniture”.
    Posto che le forniture sono gestite in ottica regionale, c’è chi vuol capire come vengano in realtà assegnate ai vari centri e punti vaccinali della stessa provincia le dosi disponibili. E non è da escludere che la domanda possa sfociare in un esposto in Procura. E la campagna vaccinale in atto di tutto ha bisogno – sostegno soprattutto – fuorchè contrapposizioni.

    freccia