• Volley, B2. Holimpia di carattere in casa della Effe Volley. Quattro punti in due partite per la promozione

    Ci sono volute oltre due e mezza per battere la Effe Volley. Ma da Santa Teresa l’Holimpia Siracusa torna con una preziosa vittoria, sia pure ottenuta al tie break. Ambiente “caldo” come previsto ma il carattere del sestetto di coach Sciacca, oltre alla sua qualità, fa la differenza. In classifica la Golem Palmi – che ha vinto per 3-0 a Vittoria – superata di un punto le siracusane, ora seconde ma  padrone del loro destino perché la squadra calabrese deve disputare una sola gara, con un turno di riposo all’ultima giornata mentre l’Hoimpia ha adesso due match point.
    Primo set intenso e combattuto. Si gioca punto a punto. Holimpia in vantaggio di tre (8-5) al primo time-out tecnico. Le siracusane continuano ad essere davanti fino al 12-11, poi Casale pareggia i conti. Al tramonto del set le messinesi arrivano meglio dal punto di vista psicologico, anche se l’Holimpia riesce con tre punti di fila a mettere la freccia: 23-24 per le aretusee, che però subiscono il contro break che consente alla squadra di Caristi di portarsi sull’1-0.
    Nel secondo parziale le biancazzurre sono più determinate e costanti: partono bene e riescono a mantenere lucidità e costanza di rendimento. In poco più di venti minuti pareggiano i conti: 25-21. Le ospiti accelerano, bramano di chiudere la pratica e nel terzo set, dopo una lunga fase di equilibrio, staccano le avversarie grazie alle schiacciate di Chiavaro (brava spesso a trovare l’incrocio delle righe in diagonale) e Amore in lungo linea. Il libero Vittorio le prende quasi tutte, scoraggiando, sul 16-15 per le ospiti, il tentativo delle locali di restare agganciate al set. Le battute di Di Emanuele fanno il resto e, con un parziale di 9-1 le ragazze di Sciacca si aggiudicano il set e vanno sul 2-1.
    Sembra fatta, ma Santa Teresa non molla. Sulle tribune il pubblico continua ad incitare incessantemente le padrone di casa, ma anche la cinquantina di sostenitori aretusei prova a farsi sentire. Nel catino della palestra messinese, le siracusane vanno in difficoltà, perdono la concentrazione, sbagliano nei fondamentali e rendono facile la vita alle locali, che non credono quasi ai loro occhi quando il tabellone indica un eloquente 12-2. Le siracusane provano a ridestarsi, ma la rimonta si arresta sull’14-8 quando un paio di decisioni dubbie del primo arbitro le fanno spazientire. Il rosso mostrato al capitano Chiavaro per proteste (dopo il giallo) costa un punto alle ospiti, che si arrendo con 14 punti di scarto. Nel tie-break viene fuori il carattere e la personalità di un gruppo fantastico. L’Holimpia vuole la vittoria e la ottiene dimostrando tutta la sua forza e incrementando la sua classifica di due punti. Sabato prossimo contro il Pedara non potrà festeggiare la promozione aritmetica, ma basteranno quattro punti nelle prossime due partite per andare in B1.
    Questo lo score dell’Holimpia: Chiavaro 15, Amore 15, Cianci 8, Caruso 10, Spena 2. Di Emanuele 6, Franzò 11.

    728x90_alfa
    freccia