• Siracusa. Segnalazione di un lettore di SiracusaOggi.it: “Raccolta di abiti usati. Ok, ma chi la fa?”

    Segnalazioni alla redazione di SiracusaOggi.it. Un lettore ci invia la foto che vedete allegata all’articolo. Quello ritratto è un volantino ciclostilato comparso su portoni e condomini della città. Invita alla donazione di indumenti usati per una raccolta, si presume, a favore di chi è meno fortunato. L’appuntamento è fissato per lunedì alle 8, “anche in caso di ritardo o di pioggia” si legge. Quindi la specifica di lasciare gli abiti, magari imbustati, fuori dal portone esterno e l’avviso che non si risponde “di valori o merce erroneamente consegnata”. Tutto chiaro, tutto bene. Senonchè, il nostro lettore evidenzia come “manchino del tutto informazioni sui soggetti che si occupano della raccolta di abiti usati, a chi saranno donati o da chi distribuiti”. Insomma, spazio a qualche sospetto forse approfittando della buona fede dei siracusani.
    Per la verità, non è la prima volta che appaiono questi volantini e sempre con le stesse modalità. E non è stato segnalato, in passato, alcun caso sospetto. E’ facile ipotizzare, quindi, che si tratti realmente di iniziativa a scopo benefico dietro cui potrebbe esserci una o più parrocchie se non direttamente la Caritas. Da Questura e Polizia Municipale specificano che per iniziative simili non sono richieste autorizzazioni particolari e che, comunque, il piccolo giallo non dovrebbe nascondere alcunchè trattandosi di una iniziativa dai chiari contorni di solidarietà.

    freccia