• Melilli. Verso il seicentesimo del ritrovamento del simulacro di San Sebastiano. Festeggiamenti anche a Siracusa, di cui è compatrono

    E’ un anno particolare per i devoti di San Sebastiano, numerosi a Melilli (città di cui è il patrono, ndr) e in tutta la provincia. Ci si prepara a festeggiare il seicentesimo del ritrovamento del simulacro. Festeggiamenti a maggio, ma intanto il 20 gennaio alle 5.30 si terrà il tradizionale canto dell’Ufficio delle Letture e del Te Deum con la “svelata” di San Sebastiano. Dalla sua nicchia, nella basilica di Melilli,  tornerà a guardare i devoti. Alle 18.3o, Solenne Pontificale presieduto dall’arcivescovo di Siracusa, Mons. Salvatore Pappalardo. Sette giorni dopo,  l’ottava della Festa e la tradizionale “cunsarbata”. Poi spazio all’organizzazione dei festeggiamenti per il seicentesimo che coinvolgeranno anche  numerosi pellegrini emigrati negli Stati Uniti, in particolare nella città gemella di Middletown, da dove numerosi partiranno per partecipare all’evento di Melilli. Partenze anche da Malta e altre località del Connecticut.
    San Sebastiano è anche il compatrono di Siracusa.  Festeggiamenti al via oggi alle 17, con l’apertura della nicchia. Alle 18 avrà luogo la celebrazione eucaristica  presieduta dal parroco della Cattedrale, mons. Salvatore Marino. Domani, sabato 18,  il programma prevede alle 18 la messa animata dai ragazzi dell’Acr (Azione cattolica ragazzi). Domenica 19, alle 11.30, celebrazione eucaristica con la  partecipazione degli insegnanti di religione della Diocesi. Alle 20, concerto del Coro Polifonico Europeo  De Cicco. Durante la giornata sarà distribuito il Pane di San Sebastiano.
    Lunedì 20, solennità di San Sebastiano: alle 10.30 celebrazione eucaristica presieduta dall’arcivescovo mons. Salvatore Pappalardo, alla quale parteciperanno il Corpo dei Vigili Urbani di Siracusa, Autorità civili e militari. Alle 18.45 apertura della mostra fotografica: La tradizione del Pane di San Sebastiano. Sabato 25 gennaio, alle 15, Secondo Palio San Sebastiano tra i ragazzi delle parrocchie in Piazza Duomo. Domenica 26 gennaio, alle 11.30 messa presieduta dal vicario generale dell’Arcidiocesi, mons. Maurizio Aliotta. Alle ore 17 processione del Venerato Simulacro che percorrerà piazza Duomo, via Picherali, Largo Aretusa – Passeggio Aretusa, via Ruggero Settimo, sosta davanti a San Sebastianello, Porta Marina, via Savoia, largo XXV Luglio, corso Matteotti, piazza Archimede, via Maestranza, via Giudecca, via del Teatro, via Roma, piazza Minerva, piazza Duomo. All’arrivo, tradizionale asta dei doni offerti in onore di San Sebastiano. Alle 21.30 spettacolo pirotecnico.

    728x90_jeep_renegade_4xe
    freccia