• Anche Siracusa partecipa alla Giornata mondiale del donatore di sangue

    L’Asp di Siracusa partecipa alla celebrazione della Giornata Mondiale del Donatore di Sangue. La struttura trasfusionale aziendale viene aperta alle visite nelle Unità di Raccolta Ospedaliere di Augusta, Avola, Lentini, Noto e Siracusa. Prevista dimostrazione delle modalità di raccolta, di lavorazione, conservazione ed assegnazione delle unità di sangue intero e degli emocomponenti con procedimento in aferesi produttiva.
    Nella giornata di venerdì 14 giugno, data nella quale si svolgeranno in tutto il mondo gli eventi finalizzati ad evidenziare l’importanza della donazione del sangue, il personale delle Unità di raccolta ospedaliere accoglierà i visitatori, illustrerà le attività peculiari del sistema trasfusionale aziendale e regionale e fornirà le informazioni richieste per la donazione consapevole e responsabile del sangue, del plasma e delle piastrine.
    La Struttura Trasfusionale dell’Asp di Siracusa, diretta da Dario Genovese, ha raccolto e lavorato, nel corso del 2018, 21.523 unità di sangue intero e di emocomponenti. Sono stati distribuiti e trasfusi: 964 emocomponenti nel presidio ospedaliero Muscatello di Augusta; 2.029 negli ospedali Avola-Noto; 3.110 in quello di Lentini e ben 9.921 nellambito degli ospedali Umberto I e Rizza di Siracusa. Le persone sottoposte a terapie trasfusionali sono state 3.218, tra le quali oltre 160 talassemici periodicamente trasfusi con concentrati di globuli rossi.
    Inoltre, l’Azienda Sanitaria ha contribuito significativamente all’autosufficienza regionale per emocomponenti ed ha fornito gli emocomponenti necessari per le cure dei cittadini della provincia di Siracusa ricoverati presso altre Aziende sanitarie regionali.
    Rilevante è stata, anche, la raccolta del plasma sia di quello destinato all’uso clinico, sia di quello ceduto all’industria farmaceutica per la produzione dei farmaci plasmaderivati, quali l’albumina, le immunoglobuline ed i fattori della coagulazione, tanto da garantire il pieno soddisfacimento delle richieste di tutti gli ospedali aziendali ed il conseguente risparmio economico da mancato acquisto sul mercato.
    La giornata mondiale coincide, inoltre, con l’inizio della stagione estiva durante la quale, storicamente, si registra da un lato la flessione delle donazioni e dall’altro un aumento dei consumi soprattutto legati agli incidenti stradali e ad altri eventi traumatici. E non manca l’appello del direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra a ricordarsi, prima di andare in ferie, di donare. “Diffondere la cultura della donazione di sangue come gesto semplice ma di grande civiltà è una sfida giacché importanti traguardi possono essere raggiunti soltanto con la consapevolezza e la solidarietà di tutti i cittadini. La donazione di sangue è un importante atto di generosità che serve a curare e a salvare molte vite”.
    “Grazie alla presenza di oltre 17.000 donatori attivi e periodici in tutti i Comuni, all’intensa opera delle associazioni ed all’impegno di tutti gli operatori delle unità e dei Punti di Raccolta diffusi sul territorio – aggiunge il direttore della struttura trasfusionale, Dario Genovese – la provincia di Siracusa gode una condizione di privilegio. Purtuttavia, cè sempre bisogno di un’azione costante a sostegno del sistema trasfusionale provinciale per potere mantenere gli standard raggiunti e per far fronte alle richieste trasfusionali in progressivo aumento. Per l’occasione verranno installati ed avviati all’utilizzo i nuovi contaglobuli e le apparecchiature ematologiche per l’esame del sangue acquisiti in questi giorni dall’Azienda Sanitaria grazie all’impulso dato dal direttore generale Ficarra”.

    freccia