• Augusta. Picchiato in casa per un debito con l’usuraio: un arresto

    Sarebbero responsabili di usura, estorsione, violazione di domicilio e di lesioni aggravate commessi ai danni di un uomo in evidente stato di bisogno economico. Per questo i carabinieri hanno arrestato, in esecuzione dell’ordinanza del Gip del Tribunale di Siracusa, il 28enne Salvatore Arrabito e sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria Luca Malvina, di 37 anni.
    Gli elementi di prova raccolti avrebbero evidenziato un ben definito quadro accusatorio. Lo scorso 29 marzo i carabinieri di Augusta sono intervenuti presso l’abitazione della vittima, trovata visibilmente scossa dopo una violenta aggressione. Nella sua denuncia, il malcapitato ha raccontato di essere stato aggredito in casa dai due uomini per un pregresso rapporto usurario. In stato di difficoltà economica a causa della perdita del lavoro, aveva accettato piccole somme di denaro da Arrabito con l’accordo che avrebbe restituito il doppio dopo un mese. Una tempistica difficile da rispettare a quelle condizioni.
    Nel tentativo di sfuggire ad ulteriori minacce si era nascosto in casa di familiari ma la notte del 29 marzo sarebbe stato intercettato dal presunto usuraio che, insieme ad un “compare”, avrebbe dato vita ad un violento pestaggio del “debitore”.
    Riconosciuti in foto gli aggressori e attraverso l’acquisizione di informazioni testimoniali ed altri dati forniti dai carabinieri di Augusta, il gip del Tribunale di Siracusa ha emesso una misura di applicazione di custodia cautelare in carcere a carico di Arrabito mentre a carico di Luca Malvina ha disposto disposto la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G..

    728x90_Alfa_Stelvio
    freccia