• Bravata o disegno politico? Ignoti si introducono nella sede della Lega a Rosolini

    A Rosolini è caccia agli ignoti che si sono introdotti nello scorso fine settimana nella sede della Lega. Dopo aver forzato la porta di ingresso, hanno messo il locale a soqquadro, senza asportare alcunché.
    Il fatto, anche se di lieve entità patrimoniale, ha però allertato i Carabinieri che stanno in queste ore ricostruendo l’intera vicenda. Senza al momento tralasciare alcuna pista investigativa.
    Raccolte le testimonianze di alcuni residenti e passanti che hanno segnalato la presenza, verso le 2.30 di notte, di alcuni giovani ‘alticci’ e rumorosi nell’area immediatamente prossima alla sede della Lega.
    Benché l’area sia sprovvista di sistemi di video sorveglianza, i Carabinieri hanno accuratamente ispezionato le vie attorno alla sede del partito, acquisendo le immagini di video sorveglianza pubbliche e private presenti in zona.
    Con pazienza e dopo ore di visualizzazione delle immagini, i ragazzi sono apparsi sugli schermi dei PC dei Carabinieri della Compagnia di Noto, consentendo ai militari di tracciarne il percorso, che comprende la via di Rosolini dove ha sede la Lega, in orario compatibile con le segnalazioni in possesso dei militari.
    In queste ore stanno provando a rendere più nitide le immagini acquisite per identificare con certezza i giovani che al momento sembrano i principali indiziati.
    Successivamente sarà da chiarire se si è trattata, come sembrerebbe dalle prime immagini, di una “bravata” dovuta all’alcool o se c’è una regia dietro il danneggiamento della sede del partito politico.

    freccia