• Calcio a 5, Serie B: Assoporto Melilli sempre in vetta. Mister Bosco e il ds Lamia: “Gruppo unito e grande gestione”

    Tra un riconoscimento (di solidarietà) e la corsa in vetta, l’Assoporto Melilli non conosce soste. Al Pala Tricomi di Rosolini è arrivato l’ennesimo successo contro l’Arcobaleno Ispica per 6-4 grazie alla tripletta di Gianino e le reti di Failla, Bocci e Monaco. La squadra di Bosco rimane sempre in vetta al girone H della Serie B quando mancano due partite al giro di boa (l’ultima dell’anno si giocherà sabato prossimo in casa contro l’Akragas). Quella di Rosolini è stata una partita dai due volti, con un primo tempo dominato dall’Assoporto che a metà tempo conduceva già 3-0 con tripletta di Gianino. Bocci falliva poi un tiro libero ma subito dopo Failla realizzava il 4-0. Solo nel finale L’Arcobaleno si svegliava e trovava il momentaneo 1-4 grazie ad un autogol di Gianino. Nella ripresa la musica inizialmente non cambiava, l’Assoporto gestiva con scioltezza e trovava il 5-1 con Bocci; poi ci pensava Monaco a siglare il 6-1 e la partita che sembrava finita in realtà si riapriva per merito dell’intraprendenza dell’Arcobaleno con l’ingresso del portiere di movimento che produceva due reti e si arrivava al 3-6. Nel finale un po’ di nervosismo, tre espulsioni nelle file dell’Arcobaleno (uno in campo e due in panchina) e gol del 4-6 proprio allo scadere che inizialmente non veniva concesso ma dopo qualche minuto di attesa convalidato. Primato ad ogni modo consolidato con 3 punti di vantaggio sul Mabbonath. Mister Bosco ha commentato così la gara: “Una partita difficile su un campo ostico contro una squadra giovane e motivata che ci ha fatto soffrire non poco. Abbiamo dimostrato un ottimo possesso palla e un’ottima gestione dei momenti importanti della gara che ci ha permesso di portare a casa i 3 punti e mantenere la vetta della classifica”. E il ds Lamia ha aggiunto: “Siamo un gruppo unito e nei momenti difficili sappiamo soffrire, resistere, lottare e sacrificarci. Solo con questi ingredienti si può arrivare in alto. I nostri ragazzi insieme con il meraviglioso pubblico che ci sostiene ci stanno facendo vivere un sogno”.

    freccia