• Concorso nazionale per le scuole, giovani alunni di Canicattini primi in Sicilia

    Il lavoro di alcuni studenti di Canicattini Bagni è stato giudicato il migliore in Sicilia nell’ambito del concorso nazionale del Miur con tema “I giovani ricordano la Shoah”. I piccoli alunni della IV B del plesso Garibaldi del comprensivo Verga hanno realizzato dodici pietre d’inciampo ovvero le piccole lastre di ottone ideate dall’artista tedesco Gunter Demnig e posizionate davanti alle abitazioni di persone deportate e trucidate durante gli anni drammatici del nazifascismo in tantissime città italiane ed europee. Non solo, hanno completato il loro progetto disegnando e stampando un calendario del tutto particolare intitolato “Il tempo non dimentica”.
    Non avendo individuato però nel territorio del loro Comune nomi di famiglie di deportati da incidere sulle
    pietre d’inciampo, gli alunni della 4° B, dopo un attento studio delle fonti storiche, hanno scelto di
    omaggiare 11 bambini, dai 2 ai 13 anni (Francesco Cesana, Adriana Revere, Sergio De Simone, Sissel Vogelmann, Roberto Bachi, Franco Cetrelli, Giovanna Ester Costantini, Fiorello Anticoli, Liliana e Luciano Fano, Elena Colombo) e una intera famiglia, quella dei Bondi (papà Leone, mamma Virginia e i bambini, Anna, Benedetta, Fiorello, Umberto, Giuseppe, Elena), deportati nei campi di sterminio e trucidati. Le pietre della memoria saranno postale nel cortile della scuola.

    freccia