• Fiaccolata per i cinque cani arsi vivi, “venite con il volto imbrunito da carbone”

    “La vicenda straziante dei cani arsi vivi in seguito ad un incendio in un terreno privato in contrada Frescura, non può restare impunita. Il Comune di Siracusa perseguirà ogni strada, anche giudiziaria, per fare emergere le responsabilità”, spiegava il sindaco di Siracusa, Francesco Italia, poche ore addietro. La giunta è pronta a dare il via alla costituzione di parte civile nell’eventuale procedimento che dovesse scaturire dalle indagini.
    Intanto, le associazioni animaliste siracusane hanno deciso di dare vita il 2 agosto ad una fiaccolata per ricordare “le anime innocenti arse vive senza alcuna possibilità di salvezza”. In quel rogo perirono 5 cani, legati ad una catena e per questo senza via di scampo. A promuovere la manifestazione sono Animalisti italiani Onlus, Attivisti nel Cuore Italia, Confederazione Associazioni Animaliste Regione Sicilia, Earth, Enpa e Lida.
    Il corteo prevede concentramento alle 19 dal Tempio di Apollo. Poi in processione lungo corso Matteotti per arrivare in piazza Archimede e ridiscendere in Largo XXV Luglio dove verrà osservato un minuto di silenzio. “Venite con il volto imbrunito dal carbone”, l’invito delle associazioni che promuovono l’iniziativa.

    foto dal web

    freccia