• Immigrazione: Alfano e Salvini si inseguono tra Augusta e Portopalo. Ma alla fine vanno a Pozzallo

    Diventa un mistero l’eventuale visita del ministro dell’Interno, Angelino Alfano in provincia di Siracusa. Il suo entourage lasciava trapelare nella serata di ieri la volontà di raggiungere Portopalo per una toccata e fuga. Un segnale di presenza dello Stato, dopo la manifestazione dei migranti di alcuni giorni fa. Secondo le ultime indiscrezioni, però, la tappa a Portopalo sarebbe ora in forse. Alfano, diretto a Pozzallo, potrebbe anche decidere di rientrare a Roma da Comiso. Eppure alcune settimane fa, proprio a Siracusa, durante una convention di Ncd disse che si sarebbe recato in visita ad Augusta, una comunità che non poteva pagare da sola il conto del fenomeno migratorio.
    Ad Augusta questa mattina era atteso anche il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, in tour in Sicilia. Le agenzie stampa lo davano per le 9.30 alla Vecchia Darsena, per protestare contro l’ondata di sbarchi e arrivi sulle coste italiane. Ma sul suo profilo Facebook, Salvini ha annunciato di essere in viaggio per Pozzallo, dove vuole “dare il tormento” al ministro Alfano. “Governo italiano sveglia. I confini vanno difesi!”, scrive ancora in questi minuti il segretario della Lega.
    Pozzallo e Ragusa diventano centrali per i politici nazionali. Siracusa, Augusta e Portopalo sono già passate di moda. Almeno sino al prossimo sbarco a quattro cifre.

    728x90_jeep_termo
    freccia