• Intercity Siracusa-Palermo-Roma, Ficara (M5S): “Ecco perchè la fermata a Gioia Tauro”

    (cs) Il parlamentare del Movimento 5 Stelle, Paolo Ficara, componente della commissione Trasporti alla Camera, spiega i motivi che hanno portato ad aggiungere una fermata a Gioia Tauro per l’Intercity Siracusa – Palermo – Roma. “Anche la rete ferroviaria calabrese presenta importanti criticità, come la linea Jonica calabrese che è interessata da lavori. In questa ottica è necessario riadattare temporaneamente alcune fermate e collegamenti. Quando la coperta è corta, questo purtroppo è il risultato: si prova a limitare un disagio, arrecandone un altro. La nuova fermata di Gioia Tauro è una fermata temporanea e non definitiva che comporterà un aumento dei tempi di percorrenza stimato in pochi minuti. Questa vicenda evidenzia una volta di più come si debba ripensare il sistema di trasporto ferroviario nel sud Italia, ora e non domani. Argomento sul quale siamo al lavoro, dopo 15 anni di tagli e contratti non sempre ben applicati”, commenta Paolo Ficara. “La situazione attuale è figlia dei tagli al servizio di lunga percorrenza che dal 2010 ad oggi ha fatto registrare un calo dell’offerta all’utenza del 16% e quindi un crollo dei passeggeri del 42%. Tagli che hanno dirottato risorse verso l’alta velocità, e cioè verso le regioni del centro nord. E a pagare il prezzo di queste politiche scellerate è stato ovviamente il sud che non ha avuto negli ultimi 15 anni nemmeno un chilometro di investimenti infrastrutturali. Va detto poi che le regioni del sud investono notoriamente di meno nel trasporto ferroviario rispetto a quelle del settentrione”, prosegue Ficara.
    L’attuale contratto che regola il servizio Intercity di media e lunga percorrenza è stato firmato nel 2017 dall’ex ministro Pd, Delrio. “Un accordo decennale che presenta molte criticità e sul quale abbiamo posto la nostra attenzione perché, a mio avviso, troppo a favore di Trenitalia e poco attento ai bisogni dei cittadini e dell’utenza. Scarsa qualità, continui ritardi, materiale rotabile e locomotori obsoleti e ritardi ingiustificati negli investimenti programmati, per non parlare della questione relativa all’attraversamento dello Stretto. Siamo al lavoro con il ministero per risolvere queste criticità e offrire ai cittadini del sud Italia, un servizio all’altezza di un paese civile”, conclude Paolo Ficara M5S.

    728x90_Alfa
    freccia