• La bella storia: Giorgio e Carlotta, una medaglia d’oro per due. Lezione di lealtà

    E’ diventata la storia di Natale del 2019, rimbalzata dalle pagine locali dei quotidiani alle grandi edizioni nazionali. Gli ingredienti sono quelli giusti: buoni sentimenti, lealtà e due giovani protagonisti. Giorgio ha 10 anni ed è cintura nera di karate. Per un errore di calcolo dei giudici è stato proclamato nei giorni scorsi vincitore della settima edizione dell’International Edukarate, al PalaCannizzaro di Acicastello.
    I genitori di Giorgio, Antonio Torrisi e Chiara De Melio, si sono accorti che qualcosa non quadrava nei punteggi. Un veloce conciliabolo con il piccolo, grande atleta e poi la decisione: “ho spiegato a Giorgio che c’è stato un errore e ha voluto consegnare la medaglia a chi l’ha meritata al suo posto. L’onestà è la prima cosa nella vita”, ha raccontato alle agenzie mamma Chiara. E al secondo posto si è classificata Carlotta Bartolo, 11 anni, di Pachino.
    Senza alcun tentennamento, Giorgio ed i suoi genitori si sono messi in auto ed hanno raggiunto la cittadina siracusana per consegnare la medaglia a chi quella gara l’ha vinta realmente. L’incontro nella palestra dell’Accademia Bartolo, perchè il karate è passione di famiglia. E’ stato lo stesso Giorgio a posare la medaglia al collo di Carlotta, tra sorrisi emozionati e foto di rito. Giuseppe, papà di Carlotta e maestro di karate, quasi non si capacita di tante attenzioni mediatiche. “Trasmettiamo ai nostri atleti e figli i valori della lealtà”, commenta soddisfatto. Una lezione che vale come positiva iniezione di speranza, guardando alle giovani generazioni.

    freccia