• La morte di Paolo Rossi, il ricordo di Rosario Lo Bello: “uomo delicato. Ci mancherà”

    “Pablito Mundial giocherà sui prati più verdi e infiniti. Anno maledetto che ci ruba anche Paolo Rossi dopo Maradona. Con i suoi tre goal (3-2) piansero i brasiliani, oggi tocca a noi italiani e molti altri. Lo ricorderemo sempre non solo per i brividi quando riviviamo quella partita, ma anche per il suo carattere di uomo mite, timido e delicato”. Cosìlo ricorda dalla sua casa di Siracusa l’ex arbitro internazionale Rosario Lo Bello. Sul suo profilo social ha pubblicato una foto in cui dialoga in campo con Paolo Rossi che indossa la maglia della Juventus.
    “Gentiluomo anche in campo in perfetta sintonia con l’arbitro, tanto da potergli confidare di aver subìto un
    infortunio. A Tel Aviv, in occasione di una gara internazionale, ho avuto la fortuna di conoscere Klein, arbitro di Italia-Brasile al Sarrià di Barcellona il 5 luglio 1982. Tutti gli arbitri della mia generazione lo ammiravamo come un’icona; mi confidò che anche la scorza dura di uomo della sua esperienza poteva essere perforata in una partita così intensa. Paolo avrebbe sicuramente meritato anche altri abbracci e carezze, i nostri da quaggiù non gli mancheranno di certo”, continua Lo Bello. Il finale è pungente: “con la speranza che i mediocri, frustrati e invidiosi avvoltoi lo ricordino per le gioie che ci ha regalato”.

    freccia