• Melilli. Covid-19: mascherine gratis a tutti i cittadini, spesa a giorni alterni

    Consegnate al Comune di Melilli le 8 mila mascherine acquistate per essere donate ai cittadini. Il sindaco, Peppe Carta annuncia l’imminente consegna dei presidi di protezione individuale ai residenti. Previste due mappature, la seconda con il “porta a porta”. “Saremo il primo Comune-annuncia il sindaco-  a distribuire mascherine per tutti. Le prime 500 le abbiamo portate alle associazioni di protezione civile e dei volontari. Adesso, progressivamente, arriveranno ad ogni famiglia, ovviamente anche delle frazioni di Villasmundo e Città Giardino”. L’amministrazione comunale darà la priorità ai “più deboli”, secondo quanto sarà stabilito secondo un elenco di priorità. “Nessuno rimarrà solo- garantisce- Chiaramente ne consegneremo un numero limitato a ciascuno. Con un secondo step, penseremo anche alla possibilità di dare mascherine che possano garantire una riserva per il mese prossimo”.  Non è facile, secondo quanto racconta il sindaco Carta, reperire i dpi nel mercato elettronico da cui gli enti attingono. Spesa a giorni alterni, invece, quanto disposto dal sindaco. “Non vogliamo mettere in difficoltà nessuno- precisa- ma dare la possibilità a tutti di non contagiarsi e di dare il tempo di rifornire i banconi. Altrimenti la merce non si trova. E’ un momento in cui le regole vanno rispettate”. Lunedi, mercoledì e venerdì possono effettuare la spesa i cittadini che possono fare la spesa. I giorni pari, invece, la zona bassa. “Qualcuno cerca di fare il furbo,ma abbiamo avviato controlli incrociati nei supermercati, con l’ausilio delle forze dell’ordine. L’alternanza non è un dato non studiato, ma un piano ben approfondito e con specifici obiettivi”. Intanto la richiesta del Comune di poter utilizzare anche l’area commerciale di Città Giardino è caduta nel vuoto. La Regione non ha consentito la deroga rispetto al divieto di uscire dal proprio comune di residenza, nonostante Città Giardino sia nel territorio di Melilli. Per raggiungerla, tuttavia, si deve “sconfinare” nel territorio di competenza di Priolo. Aumentati i controlli davanti ai supermercati. “Ma il buon senso deve prevalere sempre- aggiunge Carta- Non dobbiamo aspettare sempre che ci sia qualcuno a controllare per rispettare le regole. Aiutiamoci tutti, facciamo squadra- l’appello del sindaco- E’ l’unica strada che possiamo seguire insieme per uscirne”. Consegne a domicilio anche per i buoni spesa previsti per l’emergenza economica legata a quella sanitaria.

    freccia