• Motocross: dopo il titolo siciliano, Tummineri vince anche in Calabria. “Dedicato a papà che è sempre al mio fianco”

    Dopo il bis fatto al regionale siciliano di motocross, Eugenio Tummineri conferma l’ottimo stato di forma e trionfa anche al regionale calabrese di Mx1, Mx2 ed Expert. A Lamezia Terme il pilota siracusano del Pegaso ha ottenuto due primi posti nella Mx2 e due secondi posti assoluti, in linea con la tradizione di famiglia visto che papà Emanuele ha vinto praticamente tutto ciò che c’era da vincere e ancora oggi è al suo fianco, a bordo pista, a “spingerlo” con la testa: “Lui non manca mai – dice Eugenio – non deve mancare mai. Se vinco è grazie a lui e oggi era davvero dura perché c’era gente molto forte”. Dopo l’ultima prova siciliana di Patti e quella di oggi a Lamezia, il 2018 sembrerebbe archiviato per il campione del Pegaso Siracusa anche se… “non si sa mai. Il 25 dicembre si correrà a Vittoria per l’enduro sprint e vedremo anche se la moto l’abbiamo praticamente distrutta – aggiunge sorridendo – perché l’ho sfiancata. Nel cross abbiamo finito per quest’anno ma poiché mi sento ancora in forma, valuteremo fra qualche settimana e speriamo che il 2019 sia altrettanto prolifico”.

    Sempre con papà Emanuele al fianco perché ogni successo è figlio di un rapporto profondo e da un episodio che ha segnato la vita di entrambi: “Il 2016 per l’esattezza – ha detto – vedere mio padre appendere il casco al chiodo e vedere soprattutto la sua vita a rischio (a causa di un brutto incidente del padre che segnò la chiusura delle gare per Emanuele, ndr), sono momenti che non dimenticherò mai. Mi hanno portato quasi ad odiare la mia passione, poi ho visto gli occhi di mio padre brillare vedendomi correre e li ho capito che non dovevo arrendermi. La ripresa è stata dura anche per me, però non mi ha mai lasciato da solo, è sempre al mio fianco a sostenermi ed incoraggiarmi. Quest’anno con la prima posizione l’ho proprio reso orgoglioso, d’altronde buon sangue non mente. Quindi chiudo dicendo che il 2018 è stato un anno grandioso”.

    Nella foto, Eugenio ed Emanuele Tummineri poco dopo la fine della gara di Lamezia Terme che ha visto protagonista il pilota siracusano del Pegaso

    freccia