• Pallamano Aretusa ko a Marsala, sarà sfida all’Avola per il pass per la Coppa Sicilia

    La Pallamano Aretusa esce sconfitta, 27 a 24,  dal palazzetto di Petrosino. Opposta alla locale squadra del Giovinetto, diretta concorrente per il raggiungimento di una delle prime 4 posizioni nella Serie B maschile di pallamano che daranno diritto a partecipare alla prossima Coppa Sicilia del 3 febbraio che si svolgerà proprio nella città di Archimede, i siracusani non sono riusciti nell’impresa di uscire imbattuti da questo vero e proprio spareggio.

    Inizio nervoso con qualche errore di troppo e Giovinetto che si porta sopra di 3 goal grazie ad una maggiore prestanza fisica sopratutto difensiva, ma, registrata la difesa e potendo ripartire in contropiede  aumentato il ritmo di gioco, l’Aretusa si faceva sotto impattando la partita che procederà punto a punto per tutto il primo tempo chiusosi sul 12 a 11 per i marsalesi che, per tentare di risalire la classifica, nelle ultime settimane  hanno richiamato alcuni giocatori di grande esperienza: tra tutti l’ex nazionale Graziano Tumbarello risultato decisivo insieme al portiere Pellegrino.

    Nel primi 5 minuti del secondo tempo alcune decisioni a dir poco discutibili da parte della coppia arbitrale e un gioco falloso oltre il limite del consentito da parte della difesa fisica dei trapanesi, davano la possibilità ai marsalesi di prendere il largo e mantenere un leggero vantaggio per gran parte del secondo tempo per arrivare a scavare un solco di 5/6 goal di vantaggio che rimarranno tali fino al 25° del secondo tempo sul punteggio di 27 a 21.

    A questo punto con una veemente reazione i siracusani, consapevoli che ai fini della classifica avulsa anche una sconfitta con sole 2 reti di scarto sarebbe stata accettabile, sono risusciti a ricucire lo strappo e a portarsi sul 27 a 24 a 20 secondi dalla fine della partita con palla in mano; ma il tiro del terzino Melluzzo veniva neutralizzato dal portiere avversario.

    Adesso per l’Aretusa, che sabato osserva il proprio turno di riposo, la qualificazione passa attraverso la necessaria vittoria in quel di Avola, nell’ultima partita del girone di andata, con un’orecchio ai risultati delle due dirette concorrenti: Cus Palermo e Giovinetto:

    Sarebbe un vero peccato che, in occasione della kermesse isolana, i giovani atleti del presidente Villari e del tecnico Rudilosso dovessero rimare a guardare e non essere protagonisti.

    freccia