• Pallanuoto: l’Ortigia si congeda con un gran successo

    Vittoria doveva essere e vittoria è stata. L’Ortigia si congeda dalla “Caldarella” in questo 2018 con un bel successo (9-4) che allontana la Roma e avvicina i biancoverdi alle zone più nobili della classifica di A1. Sabato prossimo ultima dell’anno nel derby di Catania, poi sarà meritato riposo per una squadra protagonista di un 2018 fantastico.

    Espanol la sblocca dopo 4’45”, Di Luciano trova il 2-0, 30 secondi dopo e l’Ortigia sembra già indirizzare il match anche perché Giacoppo fallisce il 3-0 facile a tu per tu con un pallonetto che termina di poco alto sopra la traversa. E da un gol sbagliato, ad uno realizzato dagli avversari, la gara torna in bilico. Troppi errori da una parte e dall’altra (l’Ortigia non sfrutta due superiorità), tanto in chiusura di prima frazione quanto in apertura di seconda (due legni colpiti da capitan Giacoppo) e a chi sbaglia meno si va avanti sino a 3’48” dalla sirena quando Roma fa 2-2. I capitolini ne approfittano perché poco dopo si trovano in superiorità e trovano il 3-2. A 20 secondi dalla fine però Napolitano trova il 3-3 da pochi centimetri e si va all’intervallo lungo in parità.

    Il terzo parziale si apre come in avvio di gara, Ortigia determinata e Abela che riporta avanti i biancoverdi. Roma sembra stordita, Espanol fa 5-3 e Farmer manca il ko del ko poco dopo, tanto da rimettere nuovamente in partita la Roma che a 2’24” si rifà sotto, 5-4. Ma l’Ortigia stavolta approfitta della superiorità numerica e va di nuovo sul +2 con Espanol. L’ultimo parziale si apre subito con un errore sotto porta di Napolitano che però si rifà poco dopo e l’Ortigia raggiunge il massimo vantaggio, 7-4. Roma non sembra esserci più e a 4’29” dal termine Espanol si invola verso la porta realizzando l’8-4, vantaggio che rassicura la squadra di Piccardo che sciupa ancora tanto ma trova il 9-4 con Susak a 38” dalla fine.

    Nella foto di Salvo Catinello, il 2-0 realizzato da Di Luciano

    freccia