• Pallanuoto, Ortigia domani in Coppa Italia contro Napoli. “Canottieri avversario ostico”

    Dopo la vittoria fondamentale ottenuta contro il Quinto, nell’ultimo turno di campionato, l’Ortigia di mister Piccardo si prepara ad affrontare un altro importante momento di una stagione intensa e fin qui molto positiva. Questo fine settimana, i biancoverdi saranno infatti impegnati nella Final Eight di Coppa Italia, in programma allo Stadio del Nuoto di Bari. Un appuntamento di prestigio al quale l’Ortigia si presenta in buono stato di salute, avendo recuperato condizione dopo le fatiche europee. L’obiettivo è quello di piazzarsi nei primi quattro posti. Per riuscirci, bisognerà però superare l’ostacolo della Canottieri Napoli, prima avversaria dei biancoverdi nel quarto di finale in programma domani alle ore 19.30 (diretta streaming su Waterpolo Channel). Sarà la terza sfida stagionale contro i campani guidati da Paolo Zizza, che in campionato sono in undicesima posizione, nove punti dietro l’Ortigia, ma che rappresentano un rivale insidioso per il passaggio del turno. Il bilancio dei due confronti stagionali, infatti, è in assoluto equilibrio, con i partenopei nettamente vittoriosi all’andata (10-5 il risultato) e i siracusani bravi a riscattarsi al ritorno (10-7).

    “Non sarà una partita facile – afferma il tecnico biancoverde Stefano Piccardo -, bisognerà fare attenzione a due giocatori fondamentali come il centroboa Vukicevic e il mancino Campopiano. Dovremo giocare una partita di  ritmo, perché loro sono una squadra giovane, che ha nuoto e che sa giocare a pallanuoto. Ci stiamo preparando nel modo giusto per cercare di entrare in semifinale e poi giocarci una buona finale di 3° e 4° posto, visto che in semifinale troveremo il Recco e passare sarà praticamente impossibile”. L’Ortigia, dopo l’uscita dall’Euro Cup, ha risposto bene e sembra aver ritrovato vigore: “La squadra sta meglio – continua Piccardo -, stiamo lavorando bene sotto il punto di vista aerobico e stiamo perfezionando qualche aspetto tattico, in modo da affrontare in maniera ottimale questo finale di stagione. Mentalmente siamo forse più forti dell’anno scorso, perché più consapevoli della nostra forza e dei nostri limiti”.

    “Fisicamente ci sentiamo molto bene – conferma il capitano aretuseo, Massimo Giacoppo – anche perché, smaltendo gli impegni europei, sicuramente riusciamo a gestire meglio il minutaggio, soprattutto di quelli con qualche anno in più, e questo ci permette di essere più freschi”.

    La distanza tra le due formazioni nella classifica di campionato non inganna tecnico e atleti, la concentrazione rimane molto alta in vista dell’obiettivo: “È una gara secca – conclude Giacoppo – e può succedere di tutto, anche perché è una squadra più o meno al nostro livello, come hanno dimostrato le due partite di quest’anno. Quindi nessuna sottovalutazione. Dopo aver raggiunto la semifinale europea, vogliamo centrare anche questa semifinale, per poi puntare, a fine stagione, a una terza semifinale, quella di campionato”.

    728x90_jeep
    freccia