• Torna in funzione il parcheggio Elorina: con la nuova Ztl, diventa capolinea navette

    La “liberazione” di Ortigia dal caos delle auto di ogni fine settimana passa da…via Elorina. Per la precisione, dal parcheggio di via Elorina.
    Intanto, l’area di sosta di via Elorina è stata ripulita. Vi era cresciuta una fitta vegetazione infestante e cumuli di rifiuti erano stati abbandonati e nascosti sotto le sterpaglie. Con mezzi meccanici, è stata adesso ripulita. Rimesso in funzione anche l’impianto di illuminazione. Restano da delimitare gli stalli con apposita segnaletica orizzontale. Per il pagamento della sosta, verrà installato almeno un parchimetro. L’ultimo volta che l’area venne utilizzata come parcheggio, sindaco era Garozzo. Per i collegamenti con Ortigia veniva utilizzato, in quella occasione, anche un trenino elettrico. Adesso, invece, il collegamento costante verrà assicurato con mezzi Ast, nell’intesa con il Comune di Siracusa che ha già dato vita alla cosiddetta linea rossa, quella che gratuitamente collega l’area nord del capoluogo con il centro storico.
    E’ stata ribattezzata linea blu e questo sarà il suo percorso: area di parcheggio Elorina (capolinea), via Elorina, piazzale Marconi, via Malta, ponte Santa Lucia, via Chindemi, via XX Settembre, piazza Pancali, ponte Umbertino, corso Umberto I, piazzale Marconi, via Elorina e area di parcheggio Elorina. Secondo le prime informazioni assunte, dovrebbero essere tre i mezzi Ast impiegati per coprire la linea blu e garantire al capolinea (parcheggio Elorina) una attesa non superiore ai 15 minuti.
    La volontà dichiarata, con le due linee di collegamento a regime, è quella di liberare via Malta e la zona di accesso in Ortigia dagli ingorghi infernali che da sempre, specie nei fine settimana ed in estate, paralizzano il traffico.

    freccia