• Priolo. Ordinanza anti-Covid, anche la Protezione Civile in campo per i controlli

    Chiusura di tutti i pubblici esercizi, bar, pub, ristoranti, lidi balneari anticipata alle 2:00 e niente diffusione musicale, a partire dalla mezzanotte, nei locali in cui questa attività risulti occasionale, accessoria o marginale. Lo ha disposto con un’ordinanza firmata nel pomeriggio il Sindaco di Priolo, Pippo Gianni, in seguito alla riunione di oggi del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza e in osservanza all’ultimo DPCM e all’ordinanza firmata ieri dal Presidente della Regione.
    Ci si dovrà attenere al rispetto delle misure anti contagio previste a livello nazionale e regionale: uso della mascherina secondo le disposizioni vigenti; divieto di assembramento; distanziamento interpersonale di almeno 1 metro.
    Sull’arenile di Marina di Priolo è vietato lo svolgimento di manifestazioni, pubbliche e private, anche se organizzate dalle attività di ristorazione, bar, pizzerie, lidi, e in particolare musica live, dj o serate danzanti.
    Vietato l’accampamento e il bivacco, l’utilizzo di tende o gazebo, l’accensione di falò e fuochi di ogni genere. Per le discoteche, vietati gli eventi al chiuso.
    L’ordinanza sindacale, in vigore da oggi, lunedì 10 agosto, avrà valenza fino al 16 agosto.
    “Un provvedimento necessario – ha sottolineato il Sindaco Gianni – visto l’evolversi della situazione, con un aumento dei contagi nella nostra provincia. Oltre all’incremento dei controlli da parte delle Forze di Polizia, ho disposto anche l’intervento della Protezione Civile e del gruppo comunale, per garantire il rispetto dell’ordinanza; la mancata osservanza comporterà le conseguenze sanzionatorie previste dalle leggi vigenti”.
    In seguito al vertice di oggi del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, che si è tenuto in Prefettura a Siracusa, il Prefetto ha disposto una comune linea d’azione e analoghe ordinanze in tutta la provincia. Oltre ad un incremento dei controlli, con il concorso delle Polizie locali e il supporto delle associazioni di volontariato, è stato attivato un Coordinamento permanente, con briefing giornalieri, tra Prefettura, Comuni, Forze di Polizia ed ASP.
    “Misure necessarie – ha commentato il Prefetto Giusi Scaduto – dopo che nelle ultime 72 ore si è registrato un aumento considerevole dei soggetti positivi in provincia di Siracusa, e in vista degli eventi che tradizionalmente si svolgono durante la settimana di Ferragosto. Insieme ai Sindaci, alle Forze di Polizia, all’ASP, ai Commissari Straordinari della provincia – ha concluso il Prefetto – abbiamo dato l’ennesima prova di coesione istituzionale, in un momento così delicato per la provincia di Siracusa e per tutto il Paese”.

    freccia