• Servizio idrico, slitta a dicembre il nuovo contratto. Il Comune: “ritardo dell’Ufficio del Lavoro”

    Il nuovo contratto per la gestione del servizio idrico tra Comune di Siracusa e Siam verrà stipulato entro il 10 dicembre. Il ritardo, secondo quanto spiega Palazzo Vermexio, è dovuto al ritardo di comunicazione della certificazione in merito all’ottemperanza alla legge n. 68/1999 da parte dell’Ufficio Provinciale del Lavoro. Senza quella, non è stato possibile completare tutte le verifiche propedeutiche alla stipula.
    L’assessore ai servizi, Carlo Gradenigo, ha intanto reso noto il concordato cronoprogramma che fissa tempi e modalità di esecuzione per tutte le attività e gli interventi proposti nell’offerta tecnica. Si parla di installazione e manutenzione di 11 nuove docce temporizzate nelle spiagge libere; dell’installazione, gestione e manutenzione di n°7 nuove casette per l’erogazione di acqua potabile a costo zero; dell’acquisto e installazione di 9000 kit per efficientamento e riduzione del consumo idrico (rubinetti temporizzati, regolatori di getto) in scuole ed edifici comunali; dell’applicazione di uno sconto del 3% in tariffa per gli utenti che dimostrano di attuare sistemi di risparmio idrico in casa propria; dell’ organizzazione di incontri annuali con le scuole sul tema del risparmio idrico e la realizzazione di una campagna di sensibilizzazione pubblica sull’argomento; della realizzazione di 5 nuovi sportelli distaccati Siam (Belvedere, Cassibile, Mazzarona, Santa Lucia, Zona Balneare) + impiego di alcune unità mobili per raggiungere particolari zone e utenti disagiati; del revamping/aggiornamento impianti con acquisto e montaggio di nuovo Essiccatore a Vite presso Depuratore Canalicchio aumentando capacità disidratazione fanghi; della creazione dello sportello elettronico Net@web e realizzazione dell’app utenti per gestione pratiche da remoto; della riattivazione, gestione e manutenzione di tutte le fontane cittadine ricadenti anche all’interno di parchi (es Piazza Adda), ville o piazze comunali; della parziale manutenzione, sostituzione e riquotatura dei chiusini/tombini stradali; e infine sostituzione vecchi contatori.
    “Tutte azioni che, insieme al Piano Degli Interventi (progetto eliminazione sversamento porto grande, sistema di adduzione acqua potabile Anapo, rete idrica Cassibile Fontane Bianche, rete fognaria Plemmirio, collettore Via Marco Costanzo/Viale Zecchino etc), come amministrazione non vediamo l’ora di mettere in campo con la stipula di un contratto tanto atteso e che speriamo possa dare nuova linfa alla città restituendo serenità ai lavoratori del settore”.

    freccia