• Siracusa. Garanzia Giovani, Cna attiva 18 sportelli per assistere chi vuol accedere ai tirocini

    Un gruppo di lavoro per accompagnare i giovani siracusani nel percorso legato all’imminente avvio del programma Garanzia Giovani Sicilia. La Cna ha allestito 18 sportelli in altrettanti comuni della provincia, presso le sedi comunali dell’associazione degli artigiani. Uno “sforzo- lo definisce Gianpaolo Miceli, rappresentante dei giovani imprenditori, che compiamo per fare da interfaccia nell’attuazione dei tirocini formativi e nell’accompagnamento alla creazione d’impresa, così da permettere al territorio di non perdere questa buona opportunità”. In campo risorse complessive per oltre 100 milioni di euro per l’attivazione di 13 mila tirocini semestrali, finanziati con un bonus di 500 euro mensili destinati ai giovani tra i 18 e i 29 anni che non lavorano, non studiano e non seguono percorsi di formazione, i cosiddetti “Neet”. Altre risorse riguardano, invece, tirocini, anche in modalità interregionale, per esperienze di apprendistato fuori dall’isola (in Europa). Il programma prevede poi incentivi per la creazione d’impresa con finanziamenti a tasso zero fino a 35 mila euro , da restituire entro 7 anni. In questo caso ci sarebbero, però, ancora degli aspetti tecnici da chiarire, soprattutto in merito ai destinatari dell’opportunità. “Garanzia Giovani- aggiunge Miceli- potrebbe davvero determinare nel nostro territorio uno slancio positivo di avvicinamento dei giovani al mondo del lavoro, favorendo un irrobustimento delle competenze per i tanti ragazzi ormai scoraggiati dalla estenuante ricerca di un lavoro. Non una soluzione alla disoccupazione giovanile ovviamente- puntualizza il rappresentante dei giovani imprenditori- che i provincia tocca il 50 per cento per la fascia d’età tra i 15 e i 29 anni e di oltre il 60 per cento tra i 15 e i 24 anni. Un modo, però, per generare esperienze positive che oggi mancano”. Resta positivo il dato che riguarda le imprese under 35, in provincia in aumento con oltre 4 mila e 700 aziende con un tasso di crescita annua dell’11 per cento. Buona opportunità, dunque, per la Cna Garanzia Giovani, “sempre che non si risolva in un “flop” come quello che il Piano Giovani si è rivelato”.

    freccia