• Siracusa. Le barricate dei richiedenti asilo dello Sprar: “freddo e niente soldi”

    Come due anni fa, gli ospiti del centro sprar Aretusa hanno inscenato una protesta con tanto di blocchi stradali in contrada Spalla. Panche, bidoni e quant’altro recuperato è stato utilizzato per creare delle barricate, subito dopo pranzo.
    Strada chiusa e intervento delle forze dell’ordine per cercare di riportare la normalità.
    Gli immigrati che vivono nel centro per richiedenti asilo protestavano per la qualità del cibo, per il pocket money che non ricevono da tempo e per via dell’assenza di riscaldamento. Il centro è alimentato da un gruppo elettrogeno.
    Il traffico nella zona è andato in tilt. E solo grazie all’opera di mediazione delle forze dell’ordine si è riusciti a far rientrare la protesta.

    728x90_alfa
    freccia