• Siracusa. Oneri di urbanizzazione giù del 15 per cento, ma in consiglio è bagarre. Parole al vetriolo tra il sindaco e Sorbello

    Il consiglio comunale di Siracusa riduce gli oneri di urbanizzazione, ma non per tutti. Nel corso della seduta di ieri, in alcune fasi turbolenta, l’assise cittadina ha dato il “via libera” alla diminuzione delle percentuali delle somme da versare quando si realizzano nuove costruzioni,   con oscillazioni tra il 15 e il 65 per cento, a seconda delle tipologie di intervento. Proprio le percentuali stabilite sono state motivo di polemica durante il dibattito e di un acceso diverbio tra Salvo Sorbello di “Articolo 4” e il sindaco, Giancarlo Garozzo. Al consigliere di opposizione è sembrata assurda la scelta compiuta dalla maggioranza. “Un pannicello caldo- ha detto puntando il dito contro l’amministrazione comunale  – Non serve a niente applicare un abbattimento così basso visto che 4 anni fa gli oneri di urbanizzazione furono aumentati del 300 per cento in città e del 600 per cento a Cassibile e Belvedere”. Dichiarazioni che avrebbero irritano il primo cittadino. Ne sarebbe scaturito uno scambio di battute al “vetriolo”. L’opposizione ha, infine, deciso di abbandonare l’aula. La goccia che ha fatto traboccare il vaso sarebbe stata la bocciatura della proposta secondo cui il Comune avrebbe dovuto utilizzare il 10 per cento degli introiti derivanti dagli oneri di urbanizzazione per abbattere le barriere architettoniche in città. L’emendamento, illustrato da Fabio Rodante, è stato respinto con 18 voti contrari e 6 favorevoli. “Da 8 anni la Regione non eroga più alcun contributo per realizzare interventi che possano consentire ai disabili di vivere in maniera più agevole- protesta Sorbello- Sarebbe stato un gesto di civiltà destinare una percentuale ai più deboli, oltre 3 mila persone che vivono, a Siracusa, in condizioni davvero difficili. Approvare questa proposta si sarebbe tradotto in una promozione dell’immagine della città, ma sarebbe stato anche un modo per promuovere il turismo accessibile e per rimettere in moto una parte di economia, legata ai piccoli interventi di edilizia”. Sorbello parla della seduta di ieri come di “una pagina triste della politica locale. Un’occasione sprecata- conclude- e per questo rimane un grande rammarico”. Di tutt’altro avviso il sindaco, Giancarlo Garozzo. “Il consiglio comunale ha approvato l’abbattimento degli oneri di urbanizzazione- spiega il primo cittadino- confermando la proposta della giunta comunale e le percentuali, per alcune categorie, arrivano fino a – 65 per cento. Crediamo che possa essere un provvedimento in grado di dare respiro al settore edile”.
    Il consiglio ha approvato anche il piano esecutivo convenzionato della Blumarin Hotel, impegnando la società alla cessione gratuita al Comune di aree destinate a servizi ed attrezzature pubbliche in misura del 50 per cento della superficie complessiva. Il parco turistico convenzionato di Contrada Arenella/Asparano prevede la realizzazione di un’area ricreativa attrezzata.
    “Via libera”, infine, alla proposta di perimetrazione e al Regolamento attuativo del Parco Archeologico, redatto dalla Soprintendenza e al piano attuativo per la localizzazione degli impianti di telefonia mobile.
    In apertura dei lavori è stato presentato,invece, il Sistema informativo territoriale regionale, strumento di conoscenza e monitoraggio del territorio, consultabile on line sul sito del Comune.

    728x90_alfa
    freccia